La Mente Modifica i Geni con La Meditazione


Mae-Wan Ho._189Di Mae-Wan Ho.  The Institute of Science In Society

Il divario fra mente e corpo è stato cancellato nella medicina occidentale convenzionale, grazie a nuove ricerche di genetica molecolare che non solo conciliano la mente e il corpo, ma anche l’Oriente e l’Occidente.

Inseriamo alla fine del presente testo, il video della dottoressa Mae-Wan HO, relatrice in Italia di recente, e suo intervento sul tema: ‘L’ORGANISMO A CRISTALLI LIQUIDI DOTATO DI COERENZA QUANTISTICA’. Facciamo dunque, un’ultimo appunto, e inseriamo in questo post un ‘articolo molto interessante del pensiero diretto della stessa dot.ssa Mae-Wan, esperto genetista, sull’argomento ‘ingegneria genetica’: e ne vale la penna di leggerlo. Buona visione. ‘ UN POMODORO TRANSGENICO CI SEPPELLIRA’

COME LA MENTE MODIFICA I GENI…

Siccome la medicina occidentale ha cancellato ogni divario fra corpo e mente, ci pensano le nuove ricerche in materia di genetica molecolare a riunire non solo corpo e mente, ma anche  l’Oriente e l’Occidente.

La scienza  e la medicina occidentali convenzionali non hanno mai accettato che lo stato mentale di uno individuo potesse aver effetti fisici sul corpo, e quindi tutte le malattie vengono considerate come  ‘psicosomatiche’. Oggi dei ricercatori stanno identificando migliaia di geni che vengono influenzati dai nostri stati mentali soggettivi e il divario fra corpo e mente non esiste più.

Negli Stati Uniti e in altri paesi industrializzati, la ‘medicina Integrativa’ sta acquisendo posto sempre più richiesto nell’offerta sanitaria, in quanto si concentra sulla prevenzione delle malattie e sul miglioramento della salute attraverso l’alimentazione, lo stile di vita, la gestione dello stress e la ricerca del benessere emotivo. Fra le più popolari troviamo tecniche di rilassamento profondo, come le pratiche di meditazione, Yoga, QI gong, il Tai Chi. Negli anni, studi rilevanti hanno dimostrato che tale pratiche hanno effetto positivo e possono aumentare le possibilità di guarigione dei soggetti, perché oltre agli effetti positivi sulla respirazione, vi è anche sul colesterolo, la pressione sanguinea e cardiaca, inoltre riducono  i livelli di cortisolo salivare, che è l’ormone dello stress. questi effetti sono coerenti con una regolazione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene e del sistema nervoso simpatico, entrambi i quali sono resi notoriamente iperattivi dallo stressante stile di vita in occidente soprattutto. Infine, dimostra gli effetti profondi a livello molecolare.

La mente guida il corpo e questo si rivela secondo i profili di espressione genetica. Il primo studio a riguardo era su piccola scala ma molto approfondito. Sono stati confrontati i neutrofili (un tipo di globulo bianco) di cinque praticanti asiatici di QI Gong con quelli di sei soggetti di controllo asiatici sani.

Il gruppo sperimentale praticava il QI Gong da almeno un anno con sessioni di esercizi da una a due ore al giorno compresa una componente cognitiva.  Sono stati esaminati i profili di espressione genetica utilizzando microarray per circa 12.000 geni. Fra questi, 250 geni risultavano sistematicamente diversi tra il gruppo sperimentale (QI Gong) e il gruppo di controllo, fra cui 132 con regolazione positiva.  Fra i geni differenzialmente espressi, quelli con regolazione negativa includevano i geni relativi al percorso di degradazione dell’ubiquitina (per scomporre le proteine) nonché i geni che codificano proteine ribosomiali. I geni della risposta cellulare allo stress avevano generalmente regolazione negativa nei praticanti di QI Gong rispetto al gruppo di controllo, ma l’espressione delle proteine da shock termico era maggiore. Nel gruppo di QI Gong era maggiore anche l’espressione dei geni relativa all’immunità. Oltretutto, i normali neutrofili erano diventati longevi mentre i neutrofili infiammatori avevano una vita ridotta che terminava per apoptosi (è stata scoperta piuttosto recentemente: l’apoptosi è un processo di morte cellulare controllato geneticamente.)

Un ‘altro studio valutava le variazioni nell’espressione genetica innescate dalla “risposta di rilassamento’, caratterizzata da un ridotto consumo di ossigeno, maggiori livelli di ossido nitrico nell’espirazione  e ridotto stress psicologico. Le pratiche erano piuttosto eterogenee, e spaziavano dal Vipassana, o meditazione di visione penetrativa, alla meditazione sul mantra e la meditazione trascendentale, fino a concentrazione sul rispetto, lo Yoga Kripalu o Kundalini e la preghiera ripetitiva. Lo studio includeva 19 praticanti esperti di tecniche di RR con in media 9,4 anni di pratica (gruppo M) e 20 soggetti di controllo sani sottoposti a esami medici iniziali (gruppo N1),. Sono state isolatele cellule mononucleare da sangue periferico (tutte le cellule del sangue che hanno un nucleo tondeggiante) e sono stati determinati i profili del trascrittoma globale (insieme delle trascrizioni), usando microarry per sondare 47.000 geni e varianti.

In totale erano 2.209 i geni differenzialmente espressi fra i gruppi M e N1: 1.275 con regolazione positiva e 934 con regolazione negativa. Fra i gruppi M e N2, i geni differenzialmente espressi erano 1.504: 774 con regolazione positiva e 730 con regolazione negativa. Un dato interessante è che 595 geni differenzialmente espressi, nello specifico nel gruppo M, indicavano chi pratica la RR da vai anni ha un profilo di espressione distinto. Analogamente, 428 geni erano condivisi fra i praticanti di RR a breve e lungo termine (N2 e M), ma non con il gruppo di controllo N1. I tipi di geni differenzialmente espressi indicavano ai ricercatori che le variazioni di espressione genetica nei gruppi M e N2 potrebbero significare una maggiore capacità di rispondere allo stress ossidativo e agli effetti nocivi associati. E non ha grande importanza quale sia la tecnica di RR praticata. Un‘altro studio osservava i cambiamenti nell’espressione genetica su 42 praticanti e 42 soggetti di controllo sani. Da questo ultimo studio, gli autori hanno suggerito che la pratica meditativa possa avere come effetto una migliore capacità antiossidativa dovuta, almeno in parte, a variazioni dell’espressione dei geni interessanti, che si può tradurre in una migliore risposta allo stress ambientale. Tutti e tre gli studi indicano che la pratica di meditazione/yoga dà luogo a cambiamenti nell’espressione genica coerenti con una migliore risposta allor stress ambientale, maggiore sopravvivenza delle cellule immunitarie e migliore capacità antiossidativa.

GENETISTA MAE-WAN HO , DIRECTOR OF THE INSTITUTE OF SCIENCE IN SOCIETY – UK. RELATRICE CON UN INTERVENTO INTITOLATO ‘L’ORGANISMO A CRISTALLI LIQUIDI DOTATO DI COERENZA QUANTISTICA’

Fonte: Nexus Time

Annunci

Teoria Ondulatoria del Genoma


 

Peter (Piotr) GariaevfotoPeter Gariaev, Ph.D., Acad. Russo Acad. Sci naturale., Acad. Russo Acad medico / tecnico Sci.

La storia della genetica delle onde ha sviluppato per oltre 80 anni. Nel ’20 e ’30 degli scienziati russi del secolo scorso, AG Gurwitsch e AA Lubishev postulato che non solo apparato genetico degli organismi viventi sulla Terra operano a livello materiale, fisico, ma anche ad una certa onde / campi di livello ed è in grado di trasferire i dati genetici / informazioni via onde elettromagnetiche (EM) e acustiche. La scienza ha recentemente assunto un grande balzo nei suoi avanzamenti della teoria e gli esperimenti riproducibili e quindi la teoria dell’onda genoma è stata avanzata.

Uno dei primi tentativi di razionalizzare ed esporre la teoria ondulatoria genoma in Russia era stato fatto da PP Gariaev e AA Berezin dal dipartimento di materie teoriche della Accademia Russa delle Scienze, e anche con la partecipazione di AA Vaciliev, un altro membro dell’Istituto di Fisica della Accademia Russa delle Scienze. Come un fondamento teorico, principi di coerenza radiazioni fisica, olografia e solitoni, della teoria del vuoto fisico, rappresentazione frattale del DNA e l’espressione verbale / linguaggio umano sono stati impiegati per descrivere e motivare i risultati empirici ottenuti con molti esperimenti condotti. La quintessenza della teoria ondulatoria genoma può essere rappresentato come segue: . genoma dei più alti organismi è considerato un bio-informatico che costituisce il quadro griglia spazio-temporale di un bio-sistemiIn tale bio-sistema, come i portatori di una epi- campo gene-matrix – vengono utilizzati fronti d’onda, che viene assegnato dal gene-ologrammi e cosiddetti solitoni sul DNA – tipo distinto di campi acustici ed elettromagnetici, prodotte da apparati biogenetica dell’organismo / bio-sistema in considerazione e di essere un medium dei dati normativi strategici / scambio di informazioni tra cellule, tessuti e organi del bio-sistema. Inoltre è fondamentale notare che i olografici griglie / quadri, che sono anche gli elementi delle strutture fluttuanti di solitoni, sono, infatti, più semplice discreta casi di informazioni sul codice-origine, ancorata nel cromosoma continuum di un organismo.Allo stato attuale il punto di vista dominante nei confronti della genetica e della biologia molecolare è che: 1. le funzioni dell’apparato genetico come una struttura puramente materiale 2. tutte le funzioni di controllo genetico di un organismo occupano circa il 2% di DNA di un bio-sistema e svolgono funzioni designate come la replicazione di RNA e proteine, così chiamato DNA codificante di un organismo. L’altro 98% è considerato “DNA spazzatura” non svolgere alcuna funzione genetiche, che possono rappresentare un cimitero di DNA del virus. I biologi e genetisti usano il linguaggio delle analogie e metafore per spiegare come funziona apparato genetico.L’apparato genetico costituito da 46 cromosomi è visto come una libreria composta da 46 volumi o libri. Ogni libro (un cromosoma), contiene un testo (istruzioni su come costruire un organismo) che consiste di frasi (DNA) che consiste in parole (geni). E ogni parola (un gene) è composta da 4 lettere (certe “lettere chimiche”), vale a dire il “alfabeto genetico” si compone di soli 4 “lettere”.

Le realizzazioni materiali delle molecole di DNA sono famose doppie eliche, costituito da segmenti che sono geni. In sostanza, apparato genetico è il seguente: I testi, scritti nel “linguaggio del DNA”, sono tradotti prima dall’organismo in “linguaggio RNA” e poi in “linguaggio Proteina”. E le proteine ​​sono le cose che siamo, per lo più fatti di (senza contare l’acqua). Le proteine ​​svolgono due funzioni principali nell’organismo: metabolizzano sostanze che mangiamo e partecipare alla morfogenesi, vale a dire lo sviluppo dell’organizzazione spazio-temporale di un organismo. Va sottolineato che l’obiettivo primario della teoria del genoma onda è su il restante 98% suddetto di cromosomi di essere la chiave struttura “intellettuale” di tutte le cellule di un organismo compreso il cervello. Si tratta di quei cromosomi che operano sull’onda, sulla (fine-campo) di livello “ideale”. E ‘il componente ideale, che può essere chiamato super-gene continuum, è una figura vitale / formazione strategica che assicura lo sviluppo e la vita di gli esseri umani, animali, piante e anche loro morte naturale programmabile. Insieme a questo, è importante concepire che non c’è distinzione netta e insormontabile tra geni e super-geni. Entrambi questi livelli di codifica costituiscono matrici materiali (fisiche), tuttavia i geni forniscono replicazioni materiali nella forma di RNA e proteine, mentre i super-geni trasformano campi endo ed esogeni, formando strutture da loro onda super-gene-segnale. Inoltre, i geni possono essere componenti di griglie / olografici quadri di super-geni e supervisionare la loro attività sul campo Particolare attenzione nella teoria ondulatoria genoma dovrebbe essere dedicata alla corroborare dell’unità di frattali (replicarsi al variare scale) strutture di sequenza del DNA e di un discorso umano.

Nel 1990 Jeffrey Delrow scoperto quattro “lettere” dell’alfabeto genetico (adenina, guanina, citosina e timina) nel DNA “testi” formano strutture frattali. Più tardi, una scoperta di strutture frattali simili in un discorso umano, non limitato a multy- lettera alfabeti di testi e tra cui una sequenza di parole da tali testi in russo e inglese è venuto come una sorpresa promettente sia per la genetica e linguisti. Tuttavia ciò è in accordo con una filiale in semiotica denominata “Linguistica Genetica”, che studia incomprensibile e inspiegabile precisa applicazione delle leggi della genetica formale alla formazione di parole-ibridi interlinguistici e intro-linguale. Un gruppo di scienziati guidato da PP Gariaev e MU Maslov, ha sviluppato una teoria della cosiddetta rappresentazione frattale della natura (umana) e le lingue genetiche. Entro i confini di questa teoria si dice che il quasi-linguaggio del DNA possiede potenzialmente inesauribile “offerta di parole” e, inoltre, quella che era stata una frase sulle scale del DNA “testi” “frasi” o una “condanna” diventa / si trasforma in una parola o una lettera d’altra scala. Apparato genetico può essere visto come la triunità della sua organizzazione struttura-funzionale che consiste di strutture olografiche, solitoni e frattali. Questa teoria permette un confronto quantitativo raffinata struttura simbolica di eventuali testi, tra cui genetica. In tal modo una possibilità è stata spalancata per avvicinarsi una decifrazione di un lessico di di un proprio gene-codice, e la composizione di conseguenza, più accurata di algoritmi di affrontare un genoma di un essere umano con un obiettivo di potenzialmente qualsiasi tipo di programmazione della propria attività vitale tale come trattamento, aumentando la propria speranza di vita e così via e così via. prove empiriche della teoria genetica delle onde, alla luce delle caratteristiche “discorso” del DNA dimostrano strategicamente corretta posizione e la direzione della ricerca. risultati sperimentali fenomenali possono essere presentate qui brevemente. Per la prima volta nella storia della scienza siamo riusciti con successo ad ottenere evidenze sperimentali di abilità dei dati / informazioni genetiche di funzionare su più semplicemente un livello materiale, ad esempio, in / campo d’onda forma (elettromagnetica) Nel corso dei decenni, avendo condotto estese ricerche teoriche, siamo riusciti con successo a formulare biologia teorica e fisica-matematica descrizione, spiegazione e la fondatezza dei principi fondamentali di funzionamento dell’apparato genetico a livello onda / campo. Questi principi ci ha permesso di progettare e creare un quantum bio-computer di essenziale elemento di cui è un fascio laser appositamente regolato con determinate caratteristiche di lunghezza d’onda e frequenza.

Il bio-computer quantistico può eseguire: I. La scansione e lettura dell’equivalente onda / campo dei dati genetici-metabolica dalla cellule (staminali), tessuti, organi di bio-sistema di un donatore impiegando fotone del raggio laser; II. La conversione dei fotoni ottenuti in larga banda di lunghezza d’onda conservando i dati acquisiti e leggere; III. Introduzione precisa e punte di tali acquisito e convertito principali / onde radio i dati dominanti nell’organismo-ricevente, che si trova ad una certa distanza dal bio-sistema del donatore (da pochi centimetri a 20 km); IV. Il controllo strategico / gestione del metabolismo e morfogenesi postembrionale dell’organismo destinatario secondo due vettori / modalità: a. “Fate come / quello che faccio” – che è principio olografico, e b. Onda trasmissione / campo di un segnale che contiene i comandi che attivano programmi richiesti nelle cellule staminali, per esempio, ratti; programmi che diretto / guidare lo sviluppo di cellule staminali sul loro modo di, come nei nostri esperimenti, costruendo ghiandola del pancreas nei ratti.Questi vettori / modalità sono destinati ad essere utilizzati sugli esseri umani. Attualmente siamo in grado di programmare / gestire / codificare le cellule staminali di vari tipi per mezzo di un bio-computer quantistico. Il bio-computer quantistico avvia i comandi onda / sul campo, dato a cellule e tessuti del donatore / ricevente, e di conseguenza le cellule staminali esposte alle onde / campo verrà richiesto di cytodifferentiation guidato che conduce alla nascita e allo sviluppo di Planned / proiettate nuovi organi e tessuti. Questo ci porterà più vicino al fatto di sostanziale aumento della speranza di vita. successi significativi nell’applicazione WaveGenetics sono state fatte finora nella rigenerazione del pancreas in ratti precedentemente distrutti dalla sostanza chimica chiamata alloxan Tre serie di esperimenti con protocollo identico sono state condotte dai gruppi di P. Gariaev nel 2000 a Mosca, Russia, nel 2001 a Toronto, in Canada, e nel 2005 a Nizhni Novgorod, Russia. Questi sono esperimenti più avanzati basati sui principi e la tecnologia di WaveGenetics. Lo scopo degli esperimenti è stato quello di testare una nuova tecnologia per la rigenerazione del pancreas danneggiate. Pancreas è una ghiandola endocrina che ha diverse funzioni vitali, il principale uno è la produzione di insulina, un ormone responsabile del metabolismo dello zucchero. Un gruppo di controllo di ratti è stato iniettato una dose letale di un veleno chiamato allossana che distrugge pancreas. Come risultato, tutti i topi del gruppo di controllo sono morti di diabete in 3-4 giorni. Poi la stessa dose letale di allossana stato iniettato in un altro gruppo di ratti. E quando i topi hanno raggiunto la condizione critica, sono stati esposti a immagini di luce / onde provenienti da un bio-computer quantistico. Quei luce images / onde sono stati creati in precedenza quando il bio-computer di leggere le informazioni dal pancreas rimossi chirurgicamente da ratti neonati sani della stessa specie di quelli utilizzati negli esperimenti allossana.

Si possono spiegare i risultati dell’esperimento con la seguente analogia. La ghiandola pancreas contiene DNA-movies con le informazioni su stato di salute del pancreas nel suo apparato genetico. E queste informazioni morfogenica il video programmate le cellule staminali di topi malati di rigenerare la loro ghiandola pancreas. Statistiche combinate per tutti e 3 serie di esperimenti è la seguente. Complessivamente, circa il 90% di tutti i ratti avevano la loro ghiandola pancreas restaurato e recuperato la loro salute. In alcuni degli esperimenti del quantum bio-computer è stato modificato per consentire la trasmissione efficace delle informazioni guarigione ai ratti malati alla distanza di 20 chilometri. Si noti, che non campi fisici noti hanno la capacità di trasmettere tali segnali estremamente settimana con risultati incredibilmente potenti. Inoltre, la ricerca e l’applicazione WaveGenetics ha importanti prospettive di risolvere i problemi per quanto riguarda i processi di invecchiamento negli esseri umani e l’aumento della speranza di vita. Questa visione si basa su esperimenti che hanno condotto con ratti. Si tratta di opportunità delle tecnologie di WaveGenetics non sono limitati a ciò che è stato descritto sopra. . Lo sviluppo e l’applicazione della tecnologia è di vasta portata e sia basata su dati sperimentali ottenuti in numerosi test, esperimenti, osservazioni , inoltre, dovrebbe essere menzionato, tale tecnologia – un bio-computer quantistico, è in grado di: • la cura delle malattie oncologiche in base fondamentalmente distinti – senza l’uso di sostanze chimiche, • eliminando virus e batteri patogeni e parassiti parassiti agricoli -. anche senza l’uso di sostanze chimiche può sembrare come una tecnologia di un’altra epoca, da lontano futuro. Tuttavia, una scoperta di proprietà fondamentali degli organismi viventi si sta verificando oggi ed è nostro compito di ricercare e spiegare i fenomeni e portarla al servizio dell’umanità.

 

Peter Gariaev, Ph.D., direttore di Wave Genetics Institute,Russia, Mosca .

PSIONICA


 

08073002    

 

PSIONICAt1674788516

Prime riflessioni sul concetto della Psionica…Come nasce.

Psionica è lo studio o la pratica sull’utilizzo della mente per produrre un fenomeno paranormale, e ne fanno esempio l’Empatia, Telepatia, Telecinese ecc. A sua volta, l’energia che viene usata per ottenere un evento para-psichico viene chiamato PSIONICO. tuttavia, tale energia o abilità acquisita tramite la Psionica fa crescere parecchie ipotesi sull’argomenti, alcune controverse ma anche altre rispettate soprattutto per i risultati che si vedono.

B.P Wiesner e Robert Thouless hanno creato il termine per la prima volta in 1942, come termine generale alla Percezione Extrasensoriale e Psicocinesi. La terminologia iniziale si è divisa in Psi-gamma, per i casi di percezioni, e Psi-kappa per le azioni. Tali termini, più avanti furono cambiati a Psi-passivo e Psi-attivo.

In 1952, John W. Campbell propose i termine “psionico”, di psi (psiche) e la terminologia -onico di elettroni (equipaggiamenti), ovvero, i poteri paranormali della mente sono misurabili.

La Pisionica nella pratica:

Mai come oggi questo argomento diventa accessibile e alla portata di tutti. Ma è un argomento che va preso come tutte le cose serie, con la giusta tecnica e grande impegno negli studi e nella pratica.
Alcuni gruppi la definiscono come Energia de Forma-Pensiero. E tale energia viene, altresì, definita come una forma di bio-energia, termini usati nello Qi del Qui gong o nel Prana della filosofia indiana.

Crediamo che l’energia possa essere manipolata attraverso l’INTENZIONE, Focalizzazione e Visualizzazione e che essa possa essere cambiata di direzione, velocità, densità e forma. In molti casi, i meccanismi di tale manipolazione sono inerenti al subconscio, oltre a tecniche respiratorie specifiche, secondo alcuni gruppi.

Psionica è l’abilità mentale che non include magie o rituali. La sua fonte sta nella forza della Mente e nell’incontro tra il SE e la Fede che uno abbia, prima in se stesso e in ciò che fa.

*****

abilità passiva1674792489

_image_BnHover

Come costruire l’abilità Passiva

Questa pratica concerne nelle formazioni dell’energia psionica che si mantengono nella forma specifica e in uno scopo specifico, come l’insieme di scudi (ossia, la costruzione che regola o trattiene il passaggio di energia in loro), su un’entità artificialmente creata, o costruzioni di percezioni programmate, e come esempio possiamo citarne la ‘bolapsi’, che in poche parole, vuol dire: una semplice costruzione programmata per mantenere la forma sferica.

E da queste prove e pratiche nacquero tante altre fino al raggiungimento dei simboli, che associati a onde di forma-Pensiero possono sfruttare altri e tanti risultati al dire quanto ‘pazzeschi.

cooltext1673934300

Due scienziati riflettono sulla possibile esistenza di Dio


 

 

dio e scienzatuxpi.com.1409915542-233x300

 

Mandolesi va ancor più avanti, riprendendo l’idea dell’inflazione cosmica – l’enorme e repentino aumento delle dimensioni l’universo avvenuto subito dopo il Big Bang – di cui spesso si parla come di un processo che si è acceso per caso, per una fluttuazione quantica. «Sarà pure così, ma questo non spiega l’esistenza dello spazio-tempo iniziale. Chi ce l’ha messo? E se il nostro universo fosse solo uno dei tanti? Abbiamo possibilità di vedere nella CMB addirittura l’impronta di epoche precedenti l’inflazione, echi di un tempo remoto. Se il modello di universo o di migliaia di universi è valido, rimane sempre la domanda di origine: chi ha dato vita allo spazio-tempo iniziale? Scientificamente io non conosco la risposta, e uno scienziato ateo adduce la mancanza di conoscenza per negare l’esistenza del Creatore. Io credo ed è questo il mio atto di fede».
Su questa tematica Bersanelli aggiunge con convinzione. «Scienza e fede rispondono a tipi diversi di domande, entrambe molto reali. Le scoperte scientifiche ci fanno salire più in alto nell’ammirare il panorama della natura, ma tutto quello che scopriamo ce lo troviamo lì davanti agli occhi (cioè ai nostri strumenti), viene prima di noi, ci precede. Non abbiamo fatto noi l’universo, né le leggi che lo hanno fatto evolvere fino a questo punto. La scienza ci mette davanti agli occhi cose che non potremmo altrimenti conoscere: un universo immenso tenuto insieme da un ordine che ci sorprende. La fede riguarda la domanda: come può essere tutto ciò? Da dove viene, in ogni istante, l’esistenza delle cose, del cosmo nella sua grandiosa evoluzione o dell’ultima particella? E qual è il senso di tutto questo? Qual è il senso del nostro vivere, del dolore incomprensibile, del desiderio di felicità che c’è in fondo a ogni essere umano? Sono domande a cui non si risponde con un sistema di equazioni».
Scienza e fede sono dunque metodi diversi di conoscenza. Ma c’è una differenza: «si può vivere una vita pienamente umana anche senza sapere cos’è il bosone di Higgs o il CMB; ma si può vivere senza sentire il problema del senso dell’esistenza?»

Fonte: Revista di Scienza

 

livia

Il Fenomeno Psicotronico


 

Il FenomenoPsicotronic

 

 

Negli anni settanta studi condotti soprattutto per scopi militari sia da sovietici che statunitensi, portarono alla scoperta dell’effetto psicotronico (relazione fra mente e variazione fisica indotta)mediante cui alcuni induttori, fra cui l’azione della mente, possono agire direttamente sulla materia, accelerando la sua trasformazione. Lo scienziato Louis Kevran (proposto per il premio Nobel nel 1972) dimostrò la possibile trasformazione sperimentale di un elemento (il potassio) in un altro (il calcio). Tale fenomeno prende il nome di effetto “kindling” e ricorda il principio terapeutico dell’agopuntura, la quale si basa su una modulazione virtuale psicotronica focalizzata su punti specifici cutanei e introdotta nel sistema nervoso, dove si concentra nel tempo, raggiungendo livelli energetici tali da determinare trasformazioni anche fisiche, apprezzabili e ripetibili. Nel 1973, il cecoslovacco Pavlita, mostrò al dr. Stanley Krippner uno schema di generatore psicotronico in grado di modificare la struttura genetica a distanza e ottenere reazioni psicobiofisiche. A seguito di questi studi, il fisico sovietico Kaznakeyev, scoprì l’interazione intercellulare (mediante un meccanismo simile alla trasmissione di dati mediante onde elettromagnetiche del tipo AM / FM) in un sistema formato da due culture di tessuti. Tali acquisizioni diedero il via a esperimenti militari che portarono a rendere possibile l’infezione (tramite batteri e virus) a distanza per effetto della vibrazione atomica della struttura del quarzo.

Ci risulta l’articolo qualcosa di speciale,benché cerchiamo di portare avanti la nostra idea di forma onda-pensiero che trasforma la matrix, l’autoguarigione, e perché no la guarigione a distanza. Contiamo con una enormità di articoli che ci danno supporto ad ogni nostro pensiero e modo di vivere l’energia personale come qualcosa non di astrato, ma tangibile, possibile. Ciò che prima si riteneva fosse miracolo, fantasia,fantasticheria, oggi, fanno parte della nostra realtà tramite esperienze e appoggiate da ottimi professionisti della scienza. Quindi siamo sopportati da loro, e non apriamo mano del diritto di continuare a fare le nostre affermazioni sulle infinite possibilità umane…Infinite si dica, perché ancora all’inizio di una catena di sorprendenti scoperte personali e risposte a tanti dubbi e domande. Continuiamo nel nostro percorso, certi di una sola cosa, che ancora abbiamo molto da scoprire e si che, siamo già al quanto felicemente sorpresi.

livia

 

Fonte WEB: Intervista a G.M. Medico Psicoterapeuta

Il Corpo e sua Capacità di Auto-Guarigione


 

LAutoguarigionedelCo

Molto si parla ultimamente della capacità del corpo in auto-guarire, giustamente con l’auto del suo conduttore. abitudini, consapevolezza, mente firme, dedicazione, decisione, sono uno dei tanti aiuti di cui il corpo ha bisogno per oltrepassare limiti fino a poco tempo fa, delimitanti della realtà umana. alcuni spunti che ho trovato che indicano come ciò possa essere possibile. Un bel testo di: Scuola Della Salute, che è la prima parte sull’argomento.

 

autoguarigione-218x300

L’Omeostasi

Il Potere Naturale di Auto-guarigione del corpo si collega con l’Essere Umano nella sua interezza, essendo un potere innato che ci fa vivere e lottare contro il dolore, la malattia e la morte. Esso persegue senza tregua uno stato di piena salute e di vita felice. La scienza chiama questa qualità come omeostasi. Tutti noi abbiamo questo Potere Naturale dentro di noi: l’innato potere del corpo di guarire se stesso.

Il corpo è in continua rigenerazione

Cellule vecchie muoiono e le nuove prendono il loro posto. Se ci si taglia la pelle, essa si auto-guarisce. Basta prendersi cura della ferita e tenerla pulita, per evitare l’infezione, e fasciarla se è il caso. Se sanguina inizialmente un po’ questo è buono, perché il sangue possiede le sue difese naturali contro l’infezione. Se ci manteniamo sani, non abbiamo bisogno di antibiotici. La potenza innata del corpo è sufficiente a guarirci. Inoltre, le pomate applicate sulla ferita possono solo ritardare la guarigione.

Antibiotici in eccesso

Le pillole di antibiotici invece distruggono la nostra flora intestinale e indeboliscono le nostre difese immunitarie. Dobbiamo sapere che tutti noi abbiamo dentro un medico interiore che lavora sapientemente a nostro favore, molto meglio di qualsiasi prodotto chimico introdotto dal di fuori dal corpo, per mantenerci sempre al meglio della salute.

Il Potere di Guarigione risiede dentro l’Uomo

Nell’Auto-guarigione Naturale il Potere di Guarigione risiede dentro l’Uomo, e comincia a guarire prima dall’interno e poi dall’esterno, come avviene nella guarigione di una ferita. Quando ci si taglia, la ferita guarisce dall’interno prima, e poi esternamente. Nell’altro modello medico, il sistema sanitario delle malattie, il rimedio viene introdotto dal di fuori, sotto forma di agenti chimici. Ma poi, è sempre il corpo che ha il potere di guarire se stesso e porta a compimento la guarigione.

Come il giardiniere

Quello che dovremmo fare noi col nostro corpo è come il compito del giardiniere che si prende cura del suo giardino: irrigazione e pulizia del giardino, che così può crescere, ed essere bello e sano. Ma non è il giardiniere che fa crescere le piante nel giardino, sono le piante stesse che hanno un proprio potere innato di crescere e di ricercare la vita con ogni mezzo. Il giardiniere semplicemente rimuove gli ostacoli che possono impedire l’espressione di quel potere innato alla vita. Lo stesso avviene con gli esseri umani.

Il Sistema Immunitario

Nell’Auto-guarigione Naturale si considera l’uomo come un insieme psicofisico, ma in questo caso ci concentriamo soprattutto sul Sistema Immunitario, perché è proprio esso che controlla tutte le funzioni del corpo. Se il Sistema Immunitario non è in uno stato ottimale al 100%, il suo potere innato di Auto-guarigione non può essere espresso con tutta la sua forza, il corpo non può funzionare in modo ottimale, e questo indebolimento delle Difese Immunitarie può provocare la malattia. E un corpo indebolito risulta più vulnerabile alle forze esterne che possono portare alla malattia.

Virus, batteri, epidemie e pandemie

In un posto di lavoro o una scuola, dove sono concentrate molte persone, tutti sono esposti agli stessi virus e batteri, ma alcune persone tendono ad ammalarsi più facilmente e frequentemente, mentre altri raramente si ammalano. Perché? Il corpo ha una grande capacità di compensazione e di tolleranza a resistere all’invasione di una malattia, abbiamo questo meraviglioso Potere di auto-guarigione, che dipende da un Sistema Immunitario perfettamente funzionante, e questo, a sua volta, dipende da una corretta Alimentazione Naturale, dal ridurre al minimo lo stress psico-fisico, dal condurre una vita salutare, curando il corpo con esercizio fisico e bagni di sole. Cioè, c’è un continuum tra salute perfetta ed assenza di malattie.

“Ogni Guarigione è sempre una Autouarigione”

Non aspettate che la vostra salute si deteriori ad un livello serio per pensare di aiutare il corpo ed il suo innato Potere di Auto-guarire se stesso, perché esso può liberarvi dalla medicina invasiva, dai rimedi chimici che vengono dal di fuori del corpo, da pastiglie , iniezioni, flebo o anche dal bisturi. Ogni cosa nella vita ha la sua utilità, anche la medicina convenzionale, il sistema sanitario nazionale, ma non sempre e per ogni cosa, ma solo in particolari casi d’emergenza. La conoscenza del Potere di Auto-guarigione del corpo con la sua filosofia di vita, vuole impedirci di cadere in quella rete della Malattia Ufficiale. Nei casi più gravi, la medicina convenzionale è anche necessaria. In questi casi, il nostro Potere di auto-guarigione, da solo potrebbe non essere abbastanza forte, ma non dimenticate che ricorrere alla medicina convenzionale non elimina la necessità di avere un forte Sistema Immunitario che ci sostenga nel recupero della Salute, perché “Ogni Guarigione è sempre una Auto-guarigione”.

La guarigione viene sempre dall’interno

Sebbene i trattamenti farmacologici provengano dall’esterno del corpo tuttavia il compito di reagire e di guarire viene sempre dall’interno, e questo richiede che il nostro Sistema Immunitario sia al meglio. Inoltre non credo che abbiamo fatto sempre di tutto per aiutare il nostro Sistema Immunitario a mantenerci perfettamente sani. Troppe volte abbiamo trascurato di aiutarlo confidando nella sua grande capacità di tolleranza e resistenza: fumando, mangiando male, bevendo alcolici e bevande gassate, inquinandoci con eccessi di farmaci inutili e dannosi, ecc.

Due opzioni: Salute o Malattia

La Salute è essenzialmente una questione di stile di vita, un blando esercizio fisico, una buona alimentazione e delle buone abitudini. Ci sono fondamentalmente due opzioni: essere sani è naturale, oppure vivere una vita distratta e spensierata fino a quando non ci si sente più bene ed è necessario ricorrere a trattamenti chimici della Malattia Ufficiale, che non dovrebbero mai entrare nel nostro corpo. Ma ciò succede poiché da molto giovani, quasi subito dopo la nascita, è già stato tutto deciso per noi dai nostri genitori e dalla autorità medica convenzionale. Già ci hanno segnato i passi che dobbiamo seguire fino alla tomba, a meno che non prendiamo noi una decisione coraggiosa, di non continuare a camminare su questa strada ben pavimentata di veleni chimici e di vaccini superflui e di scegliere il percorso naturale che porta ad una vita salutare. Anche se non è sempre facile, questa dovrebbe essere la nostra prima scelta.

Un mondo ideale senza malattie

Utilizzando la filosofia dell’Auto-guarigione Naturale come un sistema di salute, cioè come parte di un sano e naturale stile di vita, regolarmente si vivrebbe in assenza di sintomi e dolori, rimanendo in perfetta salute, e avvicinandoci ad un mondo ideale senza malattie, dove gli ospedali sarebbero vuoti, riservati solo alle emergenze. Ciò è lontano dalla realtà di oggi, l’ideale sarebbe un mondo pieno di persone sane, di tutte le età, che continuano a rimanere in perfetta salute fino alla fine dei loro anni. Come sarebbe bello! E cosa farebbero le grandi aziende farmaceutiche? Da dove trarrebbero i loro profitti se diminuissero gli ammalati?

Farmaci inutili

Dal momento che degli 8.500 farmaci commercializzati in Italia soltanto un centinaio sono utili, e gli altri 8.400 sono inutili, chi assumerebbe farmaci inutili che non guariscono? Ma non sono soltanto inutili, il peggio è che sono anche dannosi per i loro maledetti effetti collaterali, e sono anche creatori di morte e di nuove malattie, e queste nocive inutilità pesano tutte sul bilancio dello Stato Italiano: un enorme business delle Case Farmaceutiche da 42 milioni di euro al giorno. Ma questa può non rimanere utopia per quanti decideranno di adottare un nuovo stile di vita in armonia con le Leggi della Natura.

Fonte: http://www.scuoladellasalute.it

La Scienza e L’Anima


la scienza

anima-corpo-300x225Oggi sappiamo che il nostro cervello è solo un insieme di particelle come elettroni e protoni, che interagiscono attraverso il campo elettromagnetico. Ogni processo biologico è dovuto soltanto a reazioni chimiche che a loro volta sono dovute all’interazione elettromagnetica tra gli elettroni ed i protoni degli atomi che costituiscono il nostro organismo. Ogni neurone ed ogni cellula non sono altro che insiemi di elettroni, protoni e neutroni, con una certa collocazione spaziale; l’interazione elettromagnetica può essere infatti attrattiva e questo fa sì che le particelle possano attrarsi formando determinate disposizione geometriche nello spazio. Le proprietà di ogni molecola (incluse le molecole di DNA, gli ormoni, ecc.) ed ogni processo biologico sono dovuti solo alle leggi della fisica; più precisamente, poiché nel nostro organismo non avvengono reazioni nucleari e le forze gravitazionali sono troppo deboli per interferire con i processi molecolari, ogni processo biologico è dovuto unicamente alle leggi dell’elettrodinamica quantistica.
La scienza ha dimostrato che tutti i processi chimici, biologici e cerebrali consistono unicamente in successioni di processi fisici elementari, i quali sono determinati unicamente dalle leggi della fisica quantistica. Tale visione dei processi biologici non può rendere conto dell’esistenza della nostra vita psichica; dunque il materialismo è inconciliabile con la scienza. Del resto, ogni tentativo di spiegare la nostra vita psichica nell’ambito del materialismo implica che ciò che soffre, ama, desidera, percepisce, ecc. in noi siano oggetti come elettroni o campi elettromagnetici. Ma gli oggetti non posso percepire nulla; gli oggetti non possono provare né gioia né tristezza, né piacere né dolore, ecc. La scienza ha dimostrato che le equazioni del campo elettromagnetico sono universali; esse descrivono tanto il campo elettromagnetico dentro il nostro cervello come quello in un qualunque filo di rame o quello all’interno di un atomo. Non c’è alcuna traccia di coscienza, sensazioni, sentimenti, pensieri, ecc. nelle equazioni del campo elettromagnetico. Se si ipotizza che il campo elettromagnetico sia l’origine della nostra vita psichica, allora la sola logica conclusione sarebbe che anche la nostra lavatrice, la nostra televisione, il nostro tostapane di tanto in tanto saranno depressi o felici o sofferenti… Infatti, dal punto di vista scientifico non vi è alcuna differenza tra i campi elettromagnetici presenti nel nostro cervello e quelli presenti in questi apparecchi.
Affermare che gli impulsi elettrici che avvengono nel cervello siano o generino sensazioni o pensieri significa contraddire le leggi della fisica che considerano equivalenti tutti gli impulsi elettrici, che avvengano dentro o fuori dal cervello. Infatti, un impulso elettrico è costituito solo da elettroni in movimento, e gli elettroni sono tutti identici ed indistinguibili e sono sempre in movimento in qualunque materiale o circuito elettrico. Attribuire agli elettroni del nostro cervello proprietà (come quella di generare sensazioni o emozioni) e non attribuire la stessa proprietà a tutti gli altri elettroni dell’universo, significa contraddire la fisica quantistica, la quale stabilisce che tutti gli elettroni sono identici ed indistinguibili, ossia hanno tutti le stesse esatte caratteristiche e proprietà.
Inoltre le leggi della fisica stabiliscono che gli impulsi elettrici generano solo campi elettromagnetici ; quindi l’ipotesi tipica dei materialisti secondo cui gli impulsi elettrici del cervello generano sensazioni, emozioni ecc., è in stridente contraddizione con le leggi della fisica. A loro volta, le onde elettromagnetiche generate dagli impulsi elettrici nel nostro cervello sono del tutto equivalenti a quelle generate da qualunque altro impulso elettrico ; tali onde escono dal nostro cervello e si disperdono nello spazio esterno alla velocità della luce, come tutte le onde elettromagnetiche.
Le leggi della fisica stabiliscono quali tipi di processi avvengono nella realtà fisica; escludendo le reazioni nucleari e subnucleari, che non avvengono certo nel cervello, i soli processi possibili sono il movimento di particelle e lo scambio di energia tra particelle (collisioni tra particelle) e tra particelle e campo elettromagnetico (emissione o assorbimento di fotoni). I soli processi fisici possibili sono determinati da un operatore matematico chiamato “Hamiltoniano”, che determina anche quali siano i soli tipi di energia esistenti nella realtà fisica. L’Hamiltoniano è infatti costituito dalla somma di alcuni termini, ciascuno dei quali determina un tipo di energia, come l’energia cinetica dell’elettrone o l’energia del fotone. Per avere altri processi o altri tipi di energia è necessario aggiungere altri termini all’Hamiltoniana, alterando così le equazioni della fisica, e conseguentemente tutte le loro soluzioni (vedi paragrafo “Le leggi della fisica e la storia”). In conclusione, le leggi della fisica smentiscono l’ipotesi base del materialismo secondo cui la vita psichica è generata dai processi cerebrali. Le leggi della fisica non permettono di spiegare, né di giustificare, nemmeno in linea di principio o concettualmente, l’esistenza della vita psichica, neppure l’esistenza della sensazione più banale.

La scienza ha dimostrato che il nostro cervello è solo un insieme di particelle (ossia un oggetto) e che la vita biologica consiste unicamente in una successione di reazioni chimiche concatenate, che a loro volta consistono unicamente in processi fisici (per la precisione, processi quanto-elettromagnetici). Questo implica che la nostra psiche ed il nostro cervello non siano la stessa entità, ma due diverse entità interagenti. Uso il termine psiche per indicare il componente non-fisico/non-biologico dell’uomo che genera la nostra vita psichica cosciente. Naturalmente si potrebbero usare anche altri temini, come mente, spirito, anima

E ora ci chiediamo:  Chi è ‘’l’anima? Il computer o l’uomo?

fonte: CDSC di Marco Biagini (Dottore di ricerca in Fisica)