InForma Quantica – Collaborazioni e Affinità di Pensieri


parceria

Dopo aver ricevuto una recente richiesta di collaborazione lavorativa da parte di una co-nazionale, a intuito ho voluto  lanciare l’amo – subito abboccato – per poter capire il profilo della persona che mi ha contattata,   ancora prima dell’appuntamento, felicemente non avvenuto. Siccome sono brasiliana vorrei assolutamente evitare di essere confusa con questi personaggi di scelte non etiche ed infelici, che in parte purtroppo caratterizzano il Brasile. Fortunatamente esiste anche altro da noi oltre all’impegno del nostro paese nell’accrescere il lavoro spirituale e ricerche di vario genere  e forse pochi ne sanno.  Imparate a separare bene le cose e di non fare di tutta erba un fascio, corretto? Ebbene, la citata persona,   risona in energie non convenevoli  seguite da un’ incoerenza al mio avviso molto forte, visto che mescola luce e ombra con sentimenti poco chiari e tanta aggressività, cosi ho capito da quale parte pendeva la sua bilancia. Sicuramente InForma  Quantica è selettivo e cerca il meglio ed il bene e suo obbiettivo è l’anima felice, non il contrario.

Ma tale accaduto è servito eccome!! Anzi, ringrazio a questa persona, che sinceramente auguro possa trovare la serenità e giusto equilibrio. Cosi ora creo questo articolo in modo ad evitare un’altra situazione inconveniente come quella appena accaduta, in modo che sia chiaro l’equilibrio della  nostra di  bilancia.

Andiamo per topico! Cosa non amiamo  E NON VOGLIAMO e con cui NON LEGHIAMO:

  • Magia nera
  • Legami d’amore
  • VENDETTA DI NESSUN GENERE (non so come sia possibile cercare aiuto di Arc. Michele e vendicarsi tramite ‘Lucifero’…quanto squilibrio, vero? Capiate questo pure come metafora).        La persona che mi ha contattata ne fa uso di tecniche di questo genere per danneggiare persone a se non gradite e altro ancora. Che dire!
  • Il non sapere ascoltare: A cose dette, invertire frasi e pregiudicare d’accordo con l’incapacità di comprendere o ascoltare nel modo dovuto porta solo a incomprensioni e InForma Quantica vuole solo COMPRENDERE ED ESSERE D’AIUTO e collabora con chi pratica i principi del buon’ ascolto e i buoni principi, alla base delle persone intelligenti ed eleganti.
  • Ripeto che rispettiamo ogni credo e religione, MA non risoniamo con: Religioni che usano la magia ai danni di altri anche con uccisione di animale (pietà per chi lo fa! Siamo nel 2017 e pure esiste ancora!); poi Quimbanda (maleficio con uso di sacrifici) e Goetia ( Ess’ultima rappresentata  dalle “CHIAVI DI SALOMONE ‘ IL MAGO’, e nella sua base sta l’invocazione delle 72 entità archetipiche, luce o ombra dipendendo da chi l’opera e credetemi, la tendenza umana è di valorizzare quella negativa per l’incapacità di vibrare nelle frequenze divine. Infine, per chiarire a chi non lo sa, la tale MACUMBA (che in sua origine vuol dire istrumento di percussione musicale fatto di bamboo) però, per come viene usato, è soprattutto ritualistica ai danni di qualcuno( povera vittima) solitamente con uso di un testimone anche fisiologico (unghia, capelli, pezzo di un vestito) e con sacrificio animale. Vi dico che anche il bene, soprattutto nella radionica e psionica quantistica ne fa uso di tale ‘testimoni’ per inviare le frequenze benefiche di maniera più veloce e l’unico tipo di sacrificio, se proprio sarà un sacrificio, è abituarsi all’impiego  di lavorare per il benessere altrui con passione e intenzioni d’amore. Su queste chiavi i corsi si svolgono.
  • Fondamentalismi di qualsiasi genere
  • Impazienza
  • Chi non sa rispettare
  • SCORRETTEZZA.

AMIAMO:

  • EDUCAZIONE
  • GENTILEZZA
  • SINCERITÀ CON ELEGANZA
  • VIBRARE IN RETE PER IL BENE DEL PROSSIMO E DEL MONDO
  • COOPERAZIONE
  • FIDUCIA
  • UMILTÀ
  • SOLIDARIETÀ
  • RITUALISTICHE BIANCHE (preghiere, tecniche energetiche, radionica, psionica ecc)
  • FUOCO
  • COERENZA

Grazie e BENVENUTO AI BUONI DI CUORE e a tutti coloro che desiderano conoscere e condividere in pace ! IL BENE E LA LUCE  E LA VITTORIA  SEMPRE NEL MIO E NEL MONDO DEI BUONI!!

Livia de Freitas

 

 

Annunci

CORSO DI TAVOLA RADIONICA RP®– Un’opzione da scegliere a PUNTINO!


mesa radin

Photo edited with http://www.tuxpi.com

Testo a cura di Regia Prado

CASO non abbia ancora usato una tavola radionica, presto potrai volerlo fare o ad essere invitato a farlo. In Italia questo metodo è la prima volta che viene proposto cosi come ve lo proponiamo, soprattutto a livello PSIONICO(*), ma da esperienze pregresse visto l’avanzamento che ha avuto in altri paesi, siamo qui ad anticipare il pericolo dell’improvvisazione da parte di chi pensa a fare soldi facili o a fare i “faciloni”, pensando di aver un giocatolo tra le mani. Cosi, vogliamo rendere questo articolo un messaggio ai più, onde evitare e prevenire possibili sventure agli incauti.

Più che “modismo” questa tecnica di intervento energetico promette aprire nuove frontiere  nella tecnologia virtuale.  La tavola radionica è una supporto piano dove i simboli ordinati sono orientati da una tecnica di intervento mentale , attivando le frequenze personali  e dissolvendo il blocco energetico con l’ausilio del pendulo come strumento. Oggi più che mai, dove avvince il linguaggio dell’energia in senso lato, nonché delle vibrazioni, delle terapie naturali/olistiche, sbarca con potere la tavola radionica, tecnica che permette raccogliere, connettere, sintonizzare e distribuire energie.

È una tecnica di facile utilizzo a differenza di ciò che si possa pensare, e l’operatore ben allenato la può adoperare con maestria. Alla base però ci sta la riforma intima, e la costante ricerca della conoscenza, essa che permette  maggior fluidità e scorrevolezza durante lavoro.  Molto utile per  ampliare le scelte lavorative dei terapeuti affini.

Caso ci si trovi con altre scelte di tavole,  ciò che si consiglia è di valutare bene l’origine, l’intenzione e la storia di chi sta dietro, ciò  perché  non sia una esperienza frustante o a dirsi poco, disastrosa. Cosi, ci sono buone formazioni in campo e altre NO.

Tavola radionica si sceglie per sintonia. Precisiamo alcuni consigli interessanti per una buona scelta:

 

Sintonia visiva

Scelga dal browser Tavola radionica, nell’opzione ‘immagini’. Osservi attentamente le foto che compaiono, segui piano fino a vedere tutte, ricominci e osservi i dettagli. Quale tavola ti attira? Accessi il sito scelto e guardi la proposta del corso.

*La prima sintonia si fa dall’immagine.

Sintonia Logica

Spunti i seguenti criteri: quale il nome della tavola, quale sua proposta, e chi è suo creatore o ministrante. Caso non sia suo creatore che ministra il corso, cerchi di sapere se colui/colei che propone ha autorizzazione per ministrare quello che propone.

* Molto di ciò che si trova nel mercato nulla più è che copioni. Se non sei riuscito/a ad identificare l’autore, o non hai il contenuto programmatico, diffidi della formazione. Un professionale serio non ha paura di presentarsi. Nel suo curriculum ha foto e assume suo lavoro, non si nasconde dietro a degli avatar.

Sintonia Emotiva

Cerchi i video del ministrante , guardali e sentilo bene, suo modo di parlare, gli sguardi, parole, se il suo orientamento è in sintonia con le sue credenze, se ti passa fiducia ed infine, se provi empatia. Attenti alle verità ‘offerte’, impari a sentire con il cuore. Caso non provi sicurezza, vai avanti con le ricerche. È un tempo speso bene.

*Vale la stessa regola della sintonia logica.

 

Sintonia Spirituale

È possibile trovarsi dinanzi a delle tavole dette quantiche, che si prestano nella sua base a delle egregore(**) spirituali, allora importantissimo tenere in mente quale sia l’affinità di egregore come  supporto.

Noi siamo classificati dai livelli di coscienza, cosicché anche le tavole. Essere in sintonia con la tecnica è fondamentale per dare lo sprint di cui serve il risultato che vogliamo ottenere. Non possiamo negare il fattore ‘fede’, essenziale caso si scelga una tavola con  il discorso ‘egregora spirituale’. ci può stare anche quelle universalista o mentale, dove la fede non è un fattore importante e si la tecnica e la coscienza in se. Cerchio quella che ti parla al cuore e ti doni fiducia. Poniate, quindi, molta attenzione su quanto si dice in questo item! L’egregora crea vita e più alta o più bassa è la vostra intenzione essa si da forma, perché alimenta l’attività psichica o inconscia. Le nostre tavole però sono ANCORATE nel BENE e per il BENE, per cui, usarle male risulta nell’effetto BOOMERANG. Con esse si lavora per dissolvere ciò che non va e dare vita ad un stato di benessere totale, quantomeno, o di benessere comunque.

Consigli

Una volta scelto il percorso, è il momento di provare la tecnica, investendo tempo e denaro, è d’obbligo (e non aver timore) di chiedere la programmazione del corso e le sue condizioni, tipo:

  • La certificazione è valida?
  • Esiste supporto in casi di dubbi e domande
  • Esiste l’opzione del corso online quando non è possibile farlo di persona?

Una volta superate queste tape, ora sarai più sicuro/a a prendere una decisione. Prenoti e  raffini la scelta del pendulo (dando preferenza ai più resistenti).

Sui corsi

La libertà di pensiero è il fattore primordiale in questa tecnica, cosi come il rispetto, l’amore e accoglienza. Nel caso senta diversamente, ritorni nel primo item e ricominci, cercando di capire dove hai sbagliato per non commettere nuovamente l’errore nella scelta.

Diamo il benvenuto alle vostre opinioni, sempre se posate sulla buona educazione e rispetto. I comenti su questo articolo sono di esclusiva responsabilità degli autori e non rappresentano l’opinione del sito.

(*)La Psionica è una disciplina che addestra il sistema nervoso a produrre un campo elettromagnetico e attraverso questo acquisire capacità fuori dalla norma (la norma è la media) come telepatia, empatia, telecinesi.

(**) Egregora nell’occulto: il termine egregora o egregora (dal greco ἐγρήγορος, “vigilante”, “sveglio”), si riferisce a un’entità incorporea, creata attraverso particolari metodi di meditazione, in grado di influenzare il pensiero di un gruppo di persone.

Secondo alcuni filoni dell’occultismo, le eggregore possono essere create anche inconsapevolmente da un pensiero ossessivo (e in quel caso si parla di Forme Pensiero o Lamie) e possono nuocere alla persona di cui sono parassite, sottraendole energia vitale.

 

Traduzione : Livia de Freitas

Putin e sua Armata Psicotronica.


armi esoticheQuindi, l’energia inviata da qualche apparecchio e che ci arriva dritto al cervello, voci, comandi, suoni che conducono e tu non sei più al controllo della tua mente… Stiamo parlando sempre di energia, radiazioni che tra l’apparecchio e l’umano incontra lo spazio ed il tempo… Cosa stà succedendo e cosa vogliono da noi? La risposta la sappiamo già: test e controllo di massa. Ma, noi non possiamo creare uno scudo contro tali influenze nefaste? Ora leggiamo l’articolo, e mano a mano, creeremo un’idea di cosa poter fare a proposito.

Mentre molti credevano che fosse uno scherzo o un pesce d’aprile, Vladimir Putin ha confermato che la Russia ha testato nuove armi psicotroniche che possono effettivamente trasformare le persone in zombie.

Queste armi – che attaccano il sistema nervoso centrale delle loro vittime – sono state sviluppate dagli scienziati e potrebbero essere usate contro i nemici della Russia oppure sui suoi dissidenti.

Putin ha descritto queste armi che utilizzano radiazioni elettromagnetiche, come quelle del forno a microonde, nuovi strumenti per il raggiungimento degli obiettivi politici e strategici.

L’utilizzo di questa tecnologia è stato annunciato dal ministro della difesa Anatoly Serdyukov.

Mr Tsyganok ha detto che le armi sono state recentemente testate a fini di controllo della folla “e si è concentrata su un uomo in particolare, facendo salire la sua temperatura corporea immediatamente come se fosse stato gettato in una padella piena d’acqua ben calda”.

La ricerca sulle armi elettromagnetiche è stata effettuata sia negli Stati Uniti che in Russia a partire dagli anni ’50, ma pare che la Russia abbia battuto sul tempo gli Stati Uniti.

Dettagli precisi non sono stati rivelati, ma la ricerca precedente ha dimostrato che la bassa frequenza delle onde (o raggi) possono influenzare le cellule cerebrali, alterare gli stati psicologici e rendere possibile la trasmissione di suggerimenti e comandi direttamente nei pensieri di qualcuno.

Putin ha detto che questa tecnologia è paragonabile a tutti gli effetti alle armi nucleari, ma “più accettabile in termini di” ideologia politica e militare.

Ha detto il signor Serdyukov che queste armi sono state sviluppate sulla base di nuovi principi fisici. Armi a energia diretta, armi geofisiche, ad onde di energia, armi genetiche e le armi psicotroniche, fanno parte del programma di approvvigionamento dello Stato per il periodo 2011-2020.

Un discorso del Ministro della Difesa russo nel quale assicurava di modernizzare il suo esercito ha provocato un putiferio tra i media occidentali che ora accusano la Russia di sviluppare armi per il controllo della mente che trasformano le persone in zombie. La realtà è più complicata, ma non meno spaventosa.

“Lo sviluppo di armamenti fondati sugli ultimi principi della fisica – armi a puntamento di energia (DEW), armi geofisiche, armi a onde di energia, psicotroniche ,e via dicendo – fa parte del piano di approvvigionamento statale fino al 2020,” ha rivelato il ministro Anatoliy Serdyukov al presidente eletto Vladimir Putin nel corso del loro ultimo incontro.

Alcuni media hanno dato risalto alle armi “psicotroniche” – portentosi apparecchi che impiegano l’energia delle onde per controllare il comportamento del nemico, cosa che lo trasforma in uno “zombie.” Il documento prosegue con l’ipotesi che queste armi potrebbero essere utilizzate nel paese contro i “dissidenti” politici. Sebbene fossero già indiscrezione dell’era sovietica, le armi psicotroniche russe sono ricomparse più volte per decenni, ma nessuno è mai stato in grado di costruire una pistola psicotronica funzionante né di spiegare quali misteriosi raggi permetterebbero al suo possessore di controllare il cervello di altre persone.

Il britannico Daily Mail, altra eccezione, scrisse che la ricerca nelle armi elettromagnetiche è stata portata avanti segretamente dagli USA e dalla Russia dagli anni ’50 e che, una precedente ricerca ha mostrato che onde o raggi a bassa frequenza , possono influenzare le cellule cerebrali , alterare stati psicologici e rendere possibile trasmettere condizionamenti e comandi direttamente nel processo di pensiero dell’individuo.( si veda :”High doses of microwaves can damage the functioning of internal organs, control behaviour or even drive victims to suicide.”: “alte dosi di microonde possono danneggiare il funzionamento di organi interni, controllare il comportamento o persino portare le vittime al suicidio“)

Nel 1975, un neurofisiologo, Don R. Justesen, il direttore dei Laboratories of Experimental Neuropsychology at Veterans Administration Hospital in Kansas City – USA- , involontariamente lasciò trapelare delle informazioni della National Security Information. Pubblicò un articolo nell’ “American Psychologist”, “sull’influenza delle microonde sul comportamento delle creature viventi’.

Nell’articolo citò i risultati di un esperimento descrittogli dal college Joseph C. Sharp, che stava lavorando su Pandora, un progetto segreto della Marina Americana. Don R. Justesen nel suo articolo scriveva:

Irradiando se stessi con queste microonde modulate sulla voce, Sharp e Grove furono prontamente in grado di sentire, identificare e distinguere tra 9 parole. I suoni uditi non erano dissimili da quelli emessi dalle persone con la laringe artificiale” (pg. 396)

Che quel sistema successivamente sia stato perfezionato, è dimostrato dal documento che apparve sul sito della Environmental Protection Agency [Agenzia per la Protezione Ambientale] Americana, nel 1997, dove il suo Ufficio Ricerca e Sviluppo (Office of Research and Development) presentò il progetto del Dipartimento della Difesa (Department of Defense): “Comunicare attraverso l’effetto auditivo del microonde”.

 lyacafreHR1_thumb.gif

fonte: nocensura.it,heraldsun.com.au,ecplanet.com

Gruppo Tavola Psionica – Facebook


TAVOLA PSIONICA FACEBOOK

Il  Gruppo TAVOLA PSIONICA FACEBOOK in Facebook,  è stato creato da poco e stiamo ancora dandogli la Forma. Siccome il corso com Regia Prado arriverà in Italia l’anno prossimo, è di nostro interesse più che altro, accogliere nel gruppo, persone veramente interessate all’argomento, il perché del sondaggio e grazie per la collaborazione in anticipo. Siete anche voi i benvenuti!

 

 

 

PSIONICA


 

08073002    

 

PSIONICAt1674788516

Prime riflessioni sul concetto della Psionica…Come nasce.

Psionica è lo studio o la pratica sull’utilizzo della mente per produrre un fenomeno paranormale, e ne fanno esempio l’Empatia, Telepatia, Telecinese ecc. A sua volta, l’energia che viene usata per ottenere un evento para-psichico viene chiamato PSIONICO. tuttavia, tale energia o abilità acquisita tramite la Psionica fa crescere parecchie ipotesi sull’argomenti, alcune controverse ma anche altre rispettate soprattutto per i risultati che si vedono.

B.P Wiesner e Robert Thouless hanno creato il termine per la prima volta in 1942, come termine generale alla Percezione Extrasensoriale e Psicocinesi. La terminologia iniziale si è divisa in Psi-gamma, per i casi di percezioni, e Psi-kappa per le azioni. Tali termini, più avanti furono cambiati a Psi-passivo e Psi-attivo.

In 1952, John W. Campbell propose i termine “psionico”, di psi (psiche) e la terminologia -onico di elettroni (equipaggiamenti), ovvero, i poteri paranormali della mente sono misurabili.

La Pisionica nella pratica:

Mai come oggi questo argomento diventa accessibile e alla portata di tutti. Ma è un argomento che va preso come tutte le cose serie, con la giusta tecnica e grande impegno negli studi e nella pratica.
Alcuni gruppi la definiscono come Energia de Forma-Pensiero. E tale energia viene, altresì, definita come una forma di bio-energia, termini usati nello Qi del Qui gong o nel Prana della filosofia indiana.

Crediamo che l’energia possa essere manipolata attraverso l’INTENZIONE, Focalizzazione e Visualizzazione e che essa possa essere cambiata di direzione, velocità, densità e forma. In molti casi, i meccanismi di tale manipolazione sono inerenti al subconscio, oltre a tecniche respiratorie specifiche, secondo alcuni gruppi.

Psionica è l’abilità mentale che non include magie o rituali. La sua fonte sta nella forza della Mente e nell’incontro tra il SE e la Fede che uno abbia, prima in se stesso e in ciò che fa.

*****

abilità passiva1674792489

_image_BnHover

Come costruire l’abilità Passiva

Questa pratica concerne nelle formazioni dell’energia psionica che si mantengono nella forma specifica e in uno scopo specifico, come l’insieme di scudi (ossia, la costruzione che regola o trattiene il passaggio di energia in loro), su un’entità artificialmente creata, o costruzioni di percezioni programmate, e come esempio possiamo citarne la ‘bolapsi’, che in poche parole, vuol dire: una semplice costruzione programmata per mantenere la forma sferica.

E da queste prove e pratiche nacquero tante altre fino al raggiungimento dei simboli, che associati a onde di forma-Pensiero possono sfruttare altri e tanti risultati al dire quanto ‘pazzeschi.

cooltext1673934300

Creando la Propria Fortuna


 

creando

…e questa volta – dei rituali magici!

Molti di noi, anche senza accorgersene creiamo intorno a noi con desideri, pensieri ripetuti in modi anche ritualistici, svariate realtà. Mi ricordo una volta, che guardando la Luna, cercavo di disegnarla (non che fosse brava, il disegno per me è ancora un segreto) con ciò che vedevo dentro, e dentro ci vedevo ciò che intuivo, dal mio subconscio uscivano cose belle e brutte, poi cosi, cercavo di cancellare quelle brutte e a posto loro, introducevo parole positive cercando allora di dare vita ai miei desideri, visto che non riuscivo a raffigurarle con disegni, e trovare figure già pronte non era proprio facile.Ricordo bene che quando ero concentrata e miei intenti erano puri, veri, la maggior parte dei desideri si avveravano. Magia? Penso che siamo capaci di accedere a livelli molto alti di costruzioni della propria realtà quando siamo intensamente collegati alle nostre più intime connessioni: La concentrazione é uno episodio a parte della scala di valori della magia personale. ci vuole prima di essa, oltre l’attenzione, foco ed intenzione, una azione mirata già da prima nella pulizia dei corpi, cominciando da quello fisico, poi gli altri, cosi da facilitare il passaggio alla costruzione dell’ideale Personalità Quantica, che altro non è che l’idealizzazione delle mete iniziali da raggiungere l’armonia personale. La Teoria di Wiseman dice che i principi della Fortuna sono: COGLIERE LE OCCASIONI FORTUITE DELLA VITA I fortunati creano, notano e afferrano le opportunità fortuite della vita; SEGUIRE L’ISTINTOI fortunati prendono decisioni azzeccate usando le intuizioni ed il sesto senso; ESSERE OTIMISTILe aspettative ottimiste riguardo al futuro aiutano i fortunati a realizzare sogni ed ambizioni; TRASFORMARE LA FORTUNA IN SFORTUNAI fortunati riescono a tramutare i brutti scherzi del destino in situazioni favorevoli. Quindi, ciò che segue, sono costruzioni a stampelle, direbbero alcuni, ma che aiutano a giocare con la mente, in modo che essa, divertendosi, possa aprire portali e direzionare la nostra volontà attraverso schemi semplici; esercizi che, fatti con lo giusto spirito, fanno si che la persona acquisisca sicurezza in se stessa, semmai non la dovesse avere. Ricordando i 4 principi, che sono la base per ogni successo.  Bon divertimento a tutti.

Molti sono convinti che la fortuna dipenda dal caso o dal destino. Secondo gli esoterici di tutti i tempi, siamo noi i suoi creatori.
Gli astrologi attribuiscono la fortuna al Giove, per cui giovedì è il giorno propizio per fare dei piccoli rituali. Meglio se lo facciate con la Luna crescente.
Se invece volete far finire qualcosa, anche parzialmente, lavorate con la Luna calante.
La Luna Nuova va bene per chiedere la fortuna all’inizio di una nuova impresa, e la Luna Piena è adatta per chiedere un buon esito di qualcosa già in corso.
Immaginate di essere dentro una sfera bianca (protezione).

1. NOVE FAGIOLI
Prendete nove fagioli e fate dei fori passanti. Fatene poi una specie di ghirlanda con un filo verde e tenetela a casa vostra. All’inizio di ogni giornata prendetela in mano e pensate a ciò che dovete fare per realizzare il sogno passando tra le dita i fagioli. Gradualmente la vita comincerà a preparare per voi dei regali.

2. PAROLE SEGRETE
Per terminare con successo un’impresa difficile, fate cuocere 3 uova sode. Sbucciatele e scriveteci sopra con un AGO le parole segrete.
– FORIF: sul primo uovo
– FORGAT: sul secondo
– MENA: sul terzo. Mangiate le uova e state certi che tutto vada bene.

3. DISEGNO DI LETTERE
Componete delle lettere F, O, R, T, U, N, A… In un disegno piacevole per i vostri occhi. Le lettere possono essere disposte come volete: verticali, inclinate all’indietro, ecc. Usate maiuscole e minuscole, e anche il corsivo. Appendete il disegno in un posto in vista.

4. MANDALA DELLA FELICITA’
Disegnate un cerchio e dividetelo in 4 parti con una grande X dentro. Una X è anche il simbolo astrologico della fortuna. In ogni quarto del cerchio disegnate ciò che volete ottenere; cuore = amore; banconota = lavoro, soldi, colomba = serenità. Si può anche ritagliare le immagini da una rivista e incollarle.
Pronunciate tre volte: “Questi beni entrino nella mia vita”, e appendete il mandala in un posto in vista.

5. CENTRO DEL LABIRINTO
E’ il punto dove il Cielo e la Terra si uniscono.
Prendete una disegno/grafico di un Labirinto e passate il dito lungo le sue linee. Cercate di non pensare a nulla. Sentite la pace che scende su di voi. Quando siete al centro, pensate a ciò che vorreste. Va bene pregare. Ora fate con il dito il viaggio al contrario, verso l’inizio, credendo che il seme sia stato gettato.

6. RACCONTO CON UN HAPPY END
Scrivete un racconto su come deve cambiare la vostra vita. Gli scrittori creano la vita a secondo della loro immaginazione: è un atto magico.

 

Tradotto dal russo alle cure di: Aelita Melina – Radiestesista russa

cooltext1674807477

La Coscienza e Suoi Tre sistemi


edgardefin25_4807721406

A qualcuno forse, questo testo non piacerà, perché risulta dai trattati di Edgar Cayce, creatore della Medicina Energetica, oltre che spiritualista e, marito affettuoso, padre di due figli, fotografo appassionato ed amante del giardinaggio, ma che si distinse per il suo talento psichico, Certo, nostro intento è portare il più possibile all’avvicinamento su come lavorare la mente tramite la Tavola Psionica, e quindi, il pubblico che ci auguriamo è quello con la mente aperta a nuove prove e che si senta libero di mettersi in gioco con la scoperta delle sue proprie potenzialità e scoprirne altre. E chi meglio di questo uomo che ci ha lasciato generosamente in regalo i frutti dei suoi studi e sperimenti nel settore.  Cosi, ci siamo permessi di ‘adottare il testo del suo gruppo in Italia, che spiega benissimo cosa sia coscienza dentro e fora del corpo

A Virginia Beach, in Virginia –USA, esiste una biblioteca (nella sua AssociazioneA.R.E. (Association for Research and Enlightenment), con più di 14 mila libri e testi lasciati da lui.

 La parola inglese “psychic” ha un senso molto ampio. In italiano ricopre i termini “psichico” e “paranormale”. Visto che viene usato continuamente per qualificare il dono di Edgar Cayce sotto i suoi diversi aspetti, lo impieghiamo in molte occasioni come in inglese, anche se si riferisce al dominio paranormale.

Immaginate per un attimo di non essere il vostro corpo, ma di semplicemente viaggiare in esso. Certo, è un congegno personalmente espressivo che riflette il vero sé della vostra anima dentro di voi. La vostra anima osserva. Ode e ha sensazioni. Ha ricordi ed impulsi suoi, andando persino oltre questo corpo e questa incarnazione. Il sé della vostra anima porta l’insieme delle sue speranze e preoccupazioni in questo corpo e questa vita con una missione che si sforza di compiere durante il soggiorno.
Rivediamo brevemente come la coscienza opera in un corpo fisico.
Ci sono diversi sistemi attraverso cui un’anima si integra in un corpo. L’uno è il sistema innato del cervello e del midollo spinale, con le sue vie nervose estese in tutto il corpo. Questo sistema di comunicazione permette un passaggio rapido di messaggi lungo dei percorsi ben definiti in tutto il corpo. E’ chiamato il sistema nervoso centrale.
Un altro sistema, notevolmente diverso dal sistema nervoso centrale, è composto di ghiandole. Queste ghiandole secernano dei messaggi potenti direttamente nel flusso sanguigno, raggiungendo velocemente tutte le parti del corpo. Questi messaggi sono chiamati ormoni, da una parola-radice greca che significa “eccitare”. Gli ormoni hanno influssi potenti e sofisticati su un corpo umano. Possono inibire certi processi, mentre stimolano altri. Possono modificare la funzione dei geni! [Se volete cambiare qualcosa nel vostro corpo, cambiate i messaggi ormonali che arrivano da questo sistema di comunicazione.] Gli ormoni sono inoltre responsabili per la crescita e la metamorfosi e controllano lo sviluppo di organi specifici e le loro secrezioni. Possono influire sull’attività metabolica. Queste ghiandole compongono il sistema ghiandolare endocrino.
Un altro sistema che integra la coscienza in un corpo fisico è il sistema nervoso autonomo. Questo sistema è composto di due sistemi che si compensano: (1) il sistema parasimpatico, che accumula energia all’interno del corpo per un uso successivo e (2) il sistema nervoso simpatico, che converte l’energia accumulata in energia attiva, cinetica. Diversamente dal sistema nevoso centrale, il sistema autonomo si è evoluto sul piano subconscio. E’ fuori dal controllo della volontà di umani normali. Le funzioni involontarie, come p.e. certi aspetti del battito cardiaco, respirazione, digestione e pressione sanguigna, sono al di là della normale coscienza umana, per questo il nome autonomo. Tuttavia un’entità può allenarsi a controllare funzioni biologiche e neurologiche attraverso pratiche come la profonda meditazione e tecniche di biofeedback o neurofeedback.
Abbiamo tre sistemi principali attraverso cui la coscienza si integra in un corpo: i sistemi nervosi centrale ed autonomo e il sistema ghiandolare endocrino.
Le letture di Edgar Cayce ci avvertono di non pensare che questi sistemi operino in modo troppo indipendente l’uno dall’altro, perché durante un funzionamento ideale essi agiscono come un’unità interconnessa.
Dove sono connessi i sistemi centrale, autonomo ed endocrino? Appena sotto il proencefalo, dietro alla classica sede del “terzo occhio” e appena sopra i passaggi nasali ci sono le strutture note rispettivamente come il trasmettitore dell’ipotalamo e la ghiandola pituitaria. Questi collegano i sistemi di comunicazione. L’ipotalamo e la ghiandola pituitaria sono responsabili del controllo di gran parte del nostro comportamento. Regolano i bisogno fondamentali, come p.e. sonno, fame, sete e il sesso, oltre a risposte emozionali e di stress. La loro sede sotto il lobo frontale del cervello non è insignificante, perché nel lobo frontale avvengono il ragionamento più elevato e la soluzione dei problemi.
E’ interessante notare che questi sistemi, i loro percorsi e posizioni concordano con gli antichi insegnamenti mistici su come la coscienza e la Forza Vitale siano all’interno del tempio del corpo. Correliamo queste cose per una comprensione migliore e prepariamoci ad usare questi sistemi per innalzare le vibrazioni del nostro corpo, che consente al nostro vero sé di compiere la sua missione in questa incarnazione in modo più completo.
Nella lettura 281-38 di Edgar Cayce troviamo che la nostra anima risiede nel nostro corpo attraverso i nostri centri spirituali o chakra e attraverso i sentieri delle forze vitali nel nostro corpo.
Il sentiero del kundalini ha tre canali: sushumna, ida e pingala. Il sushumna è in correlazione con il nostro sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale). Ida e pingala sono in correlazione con il nostro sistema nervoso autonomo, nel quale ida è quello parasimpatico e pingala quello simpatico.
I centri sono forze corporee di corpo e luce provenienti dall’anima residente. Come forze vitali essi sono i chakra, una parola sanscrita per ruote, ruote che generano energia vivificante, rianimante, lo slancio vitale. Come forze di luce, essi sono padmes, una parola sanscrita per i fiori di loto, che rivelano la loro verità e bellezza via via che si aprono gradualmente.
In questa lettura Cayce mette questi centri in correlazione con le nostre ghiandole endocrine – le ghiandole che emettono i loro messaggi direttamente nel flusso sanguigno del nostro corpo. Questi ormoni costruiscono, mantengono e modificano un insieme chimico nel nostro corpo. Questo interessa e, cosa più importante, riflette la condizione e il punto focale della nostra anima in noi e il suo partner di lotta, il nostro ego. Cayce disse: “Vi è un’attività nel sistema prodotta da rabbia, paura, allegria, gioia o una di quelle forze attive, che, attraverso la secrezione ghiandolare, produce quelle attività che fluiscono nel sistema nel suo insieme. Tale attività è quindi di questo sistema endocrino.”
Cayce continua spiegando che le ghiandole consentono alle cellule ed agli organi variamente specializzati nel nostro corpo di prendere dal sistema ciò che li mette in condizione di riprodursi. “E’ facile vedere, quindi, quanto le ghiandole siano strettamente collegate con riproduzione, degenerazione e rigenerazione.” Questo vale per tutto il nostro essere, non solo per le forze fisiche del nostro corpo, ma anche per le nostre forze mentali e quelle della nostra anima. “Le forze ghiandolari sono quindi sempre simili alle fonti grazie alle quali, attraverso le quali, l’anima dimora nel corpo.”
“(D) Spieghi, per favore, la reazione fisica che ha avuto inizio con una vampa al viso, poi una sensazione di punture di spillo che saliva su per la colonna vertebrale coprendo la testa e terminando nella sensazione di un nastro che mi veniva stretto intorno alla testa, lasciandomi con un mal di testa sordo.
(R) Questa fu un’emozione che ebbe origine dalla mestruazione e dal flusso di emozione proveniente dal centro del kundalini o ghiandola di Leydig verso quelle nel centro e nella porzione frontale della testa. Questa è stata in parte una reazione psichica, ma è stata mantenuta come fisica per mezzo delle resistenze del corpo. Questo non è nulla di cui aver paura, ma tieni le emozioni più equilibrate.” (1535-15)
Questa donna aveva un movimento del kundalini senza intenzionalmente cercarlo. Questo avviene perché il corpo non è solo concepito perfettamente per le esperienze fisiche, ma anche per quelle spirituali! Siamo stati organizzati elettricamente e chimicamente per sperimentare i livelli di coscienza della nostra anima, anche il Paradiso, mentre restiamo ben costituiti per la coscienza fisica.
Certo, proprio come valeva per la nostra educazione nell’infanzia e per lo sviluppo delle nostre abilità, dobbiamo applicarci all’apprendimento e a sviluppare le capacità per avere delle esperienze sicure, coscienti nelle dimensioni più elevate e profonde della vita dell’anima e della spiritualità. Abbiamo trascorso anni interi per funzionare nel mondo fisico fra la gente fisica e le loro personalità ed emozioni. Dobbiamo mettere in preventivo un po’ di tempo per imparare come funzionare nei regni intimi della coscienza e dell’attività dell’anima. Come vive la coscienza al di là del corpo? Lo possiamo sapere.

E finiamo con queste parole che fanno la sintesi del nostro pensiero:

MAXIM PAVLOV
…Nulla sparisce, nulla si cancella nel continuum del mondo. Tutto ciò che abbiamo fatto può essere letto e fatto apparire in superficie. Lo può fare colui che accede all’informazione sottile.

Quindi, la parola “segreto” è un’illusione. Esiste solo grazie alla limitatezza del nostro accesso all’informazione, alla pochezza della nostra coscienza.

Il segreto è un qualcosa di nascosto soltanto dal livello della coscienza umano, come dal giudizio umano. Non è mai nascosto dal campo informazionale universale, né dalla vista dei consapevoli.

E’ inutile mentire davanti ai consapevoli (Trad. Aelita Mielina.)

 

Fonte: Edgar Cayce.it (2008)

PSICOTRONICA


 

psicotronica4HRQbkmT

 ipsicotronicamageedit_16_4868349216

Del fenomeno Psicotronico

(1)Negli anni settanta studi condotti soprattutto per scopi militari sia da sovietici che statunitensi, portarono alla scoperta dell’effetto psicotronico (relazione fra mente e variazione fisica indotta)mediante cui alcuni induttori, fra cui l’azione della mente, possono agire direttamente sulla materia, accelerando la sua trasformazione. Lo scienziato Louis Kevran (proposto per il premio Nobel nel 1972) dimostrò la possibile trasformazione sperimentale di un elemento (il potassio) in un altro (il calcio). Tale fenomeno prende il nome di effetto “kindling” e ricorda il principio terapeutico dell’agopuntura, la quale si basa su una modulazione virtuale psicotronica focalizzata su punti specifici cutanei e introdotta nel sistema nervoso, dove si concentra nel tempo, raggiungendo livelli energetici tali da determinare trasformazioni anche fisiche, apprezzabili e ripetibili. Nel 1973, il cecoslovacco Pavlita, mostrò al dr. Stanley Krippner uno schema di generatore psicotronico in grado di modificare la struttura genetica a distanza e ottenere reazioni psicobiofisiche. A seguito di questi studi, il fisico sovietico Kaznakeyev, scoprì l’interazione intercellulare (mediante un meccanismo simile alla trasmissione di dati mediante onde elettromagnetiche del tipo AM / FM) in un sistema formato da due culture di tessuti. Tali acquisizioni diedero il via a esperimenti militari che portarono a rendere possibile l’infezione (tramite batteri e virus) a distanza per effetto della vibrazione atomica della struttura del quarzo.

(1) Fonte: lastradaweb.it

Simboli


                  SIMBOLI1674704483

                         simboli1_thumb.jpg

Mi permetto di aprire questo articolo sui simboli, traendo le parole del libro ‘La Ginestra’, che secondo me, spiega bene ed in poche parole cosa sia un  ‘SIMBOLO”. Su questo tema vorremo approfondire ancora, una volta che il presente Blog ha come interesse la radiestesia, radionica con l’obbiettivo di arrivare ad un’ altro tema  al quanto sconosciuto a molti, che è la Psionica, ai quali  i simboli hanno fattore da collante.

Quindi segue il testo:

“Che cos’è il simbolo? Sappiamo tutti che non è un’allegoria, non consiste infatti di equivalenze note. E non è un segno né un segnale, le cui indicazioni sono univoche (fa’ questo, non fare quello, ti dice il segnale). È allora, come pensano alcuni, la miglior espressione di un fatto sconosciuto? Anche in tal caso, però, l’indicazione sarebbe univoca. Ciò che resta in ombra, nel simbolo, e che forse si preferisce non conoscere, è il nesso che lega due proposizioni contrarie. In altre parole il simbolo esprime, in forma mascherata, cioè per immagini, un conflitto che per quella società o quella cultura non è “dichiarabile”. In questo senso, certo, il simbolo è fondante. La società vi si può riconoscere con un atto di fede. Vede in esso legittimate le proprie contraddizioni (etiche prima di tutto), grazie alle quali sopravvive.
È il simbolo la sede di tutti i simbolismi, come suggeriva Norman O.Brown? Certo è la figura a cui immagine e somiglianza si formano tutte le altre figure, anche quelle mentali. Ed è la sede degli animali spirits , che all’atto simbolico, come del resto a qualsiasi forma di azione, fornisce la spinta. Bypassando, magari, la legge (scriviamola minuscola, una volta tanto).”

I simboli sappiamo tutti possono essere di beneficio nelle simbologie grafiche per fare capire messaggi diretti e ovvi a delle tipologie di persone, come ad esempio: · persone con ritardo mentale o difficoltà cognitive in genere;
. persone con difficoltà di comprensione linguistica;
· persone affette da dislessia;
. persone con difficoltà nella organizzazione spazio-temporale;
· persone sorde o ipoacusiche;
· bambini piccoli che non hanno ancora iniziato a leggere;
. bambini con difficoltà di comunicazione;
· persone che sono facilitate da un accesso visuale alle informazioni;
· persone che stanno imparando l’inglese come seconda lingua;
Com la previa osservazione che i simboli non hanno a che fare con immagine, ma sono messaggi con concetti diretti, un’immagine veicola quasi sempre più di una informazione per volta, ritrae più oggetti , il suo significato prevalente può perciò non essere sempre chiaro o univoco.
I simboli favoriscono l’apprendimento e la comunicazione e costituiscono un linguaggio non verbale che porta dietro anche una sua storia, e perciò anche una fondamenta potendo fissarsi  nell’inconscio e in altri casi condizionare le persone. Basta che ci ricordiamo dei messaggi subliminali nelle pubblicità con messaggi contenenti simboli, logo di una azienda e quant’altro. formando cosi un vero e proprio vocabolario a modo di simboli.
Vogliamo poi parlare di cosa sia successo con l’arrivo della globalizzazione e la sua multiculturalità, anche religiosa? Con l’arrivo dei simboli di altre nazioni, i propri e quelli profani? Ebbene, stiamo davanti ad un linguaggio del tutto composto di veri e propri messaggi . Altri dicono che il simbolo in quanto rappresentanza convenzionale di un costrutto culturale  “è un’entità che “sta per” un’altra cosa: non è la cosa stessa ma è una sua rappresentazione o evocazione”.

Il simbolo allo stesso tempo aggrega e divide, si fa di appartenenza e non appartenenza. Dai tempi si sa gli uomini usarono i simboli per incutere paura o protezione, sicurezza e no, soprattutto hanno rappresentato una cultura, un’idea, una religione, una nazione.
Un’altra citazione opportuna: “Per arrivare al significato di un simbolo, si parte sempre dal simbolo stesso, o meglio, dal dato sensibile in cui esso si manifesta. Questo aspetto del simbolo è stato da alcuni definito in termini di “trascendenza” semantica, proprio in relazione al fatto che al significato del simbolo si arriva attraverso un “oltrepassare” dello stesso.”

Un simbolo che evoca un potere sovrano, non è che la rappresentazione dei suoi valori…un valore creato. Come scrisse Platone: ““L’antica nostra natura – scrive Platone – non era la medesima di oggi. In principio gli uomini erano l’uno e l’altro, uomini e donne allo stesso tempo, la loro forma circolare, il loro aspetto intero e rotondo. […] Zeus, volendo castigare l’uomo per la sua tracotanza, avendo voluto sfidare gli dèi, non volendo distruggerlo, lo tagliò in due.”
Per curare l’antica ferita, Zeus, dopo averla inflitta, inviò Eros “fra gli dèi, l’amico degli uomini, il
medico […] colui che riconduce all’ antica condizione. Cercando di far uno, ciò che è due”.  Platone pertanto, intende dire che ciascuno di noi è il simbolo di un uomo, la metà che cerca l’altra metà, il simbolo corrispondente.”

Bachofen definì il concetto di simbolo, come “qualcosa di in sé concluso e autosufficiente che possa offrirsi a varie spiegazioni, restando tuttavia nella sua essenza completamente autonomo da ogni spiegazione”18. Il simbolo, inoltre, viene definito come “qualcosa che non rappresenta altro che sé e che, rappresentando sé, attinge alla verità metafisica incarnata nella storia”. Il mito, il quale aduna i simboli nelle sue forme, è dunque per Bachofen al tempo stesso immagine mediata di una verità trascendente e riflesso delle forme sociali e degli eventi della storia .

Ora, si sà, la lingua dei simboli, cara alla religione e agli esoterici, ha accompagnato il progresso di pensiero non solo della religione, ma del misticismo, filosofia, teologia, astrologia, alchimia, letteratura, arte e alcune discipline scientifiche.
Una Sequenza Vibrazionale è il “Verbo” della lingua universale  con cui ci parla il campo torsionale, una frase composta di frequenze, considerando anche la Bibbia.
Una SEQUENZA VIBRAZIONALE  rappresenta una combinazione dei simboli geometrici, numeri, lettere, segni, immagini.