Momento di cambiamenti


just_a_dream____by_enricoagostoni800x533

Non si tratta di cambiamenti dovuto a eclissi, profezie o cose simili, di date catastrofiche ne abbiamo avuto fin troppo. Parliamo piuttosto  di cambiamenti che cominciano quando succede felicemente che siamo pronti per una nuova tapa o meglio pronti per iniziare viaggi propositivi. Ci sono avvenimenti nella nostra vita che ci sfidano nella riuscita degli obbiettivi e invece, la vita ci poni davanti a delle difficoltà  proprio perché impariamo ad essere resistenti, flessibili e attenti  in modo che possiamo iniziare il viaggio delle riuscite fieri di noi stessi e non come semplici passanti ma con la forza  dei resilienti, che si alzano e compiono l’azione decisiva.

I primi momenti di grandi difficoltà sono quegli impegnati molto su se stessi e non è egoismo. Impegnarsi per se stessi è garantire la possibilità di varcare quella strada delle nuove riuscite. Chi si impegna nella vita più per gli altri che per se stessi a questa porta dei nuovi viaggi di buona ventura semmai arriverà, e se arriverà, con quale fatica! Poi capita a tanti di vivere entrambe le realtà e che ben venga. Fattore importante è guarire le ferite, superare il dolore, accettare le cicatrici, guardare avanti con in mano un obbiettivo, in mente una meta precisa. Molti confondono meta con obbiettivo, non sono la stessa cosa. L’obbiettivo é ciò che si desidera ottenere, la meta è quando, in quanto tempo realizzarlo. Porsi un limite di tempo ci da la spinta giusta per conquistare. E visto che non abbiamo 7 vite ci conviene pensare alla meta quasi in contemporanea all’obbiettivo stesso.

Passato anche il 21 settembre ( e non ci vuole una data limite per capirlo) il cambiamento vero è la ricerca della lucidità, della prontezza di recuperare il perduto, non il tempo oramai andato, attraverso attenta riflessione su ciò che potendo non si è stato fatto, volendo non si è fatto, aver fatto senza volere, comprender per convenienza, non scusare e scusarsi, non ascoltare quando si doveva… E la lista è grande, ma arrivati li, la consapevolezza ci permette di recuperare qualche anno di vita, poiché i sacchi di sabbia rimangono giù. Basta caricarci di pesi inutili. Pensieri cattivi, parole buttate al vento in momenti di rabbia, nulla di ciò ha più senso, perché il livello di comprensione si è innalzato, e finalmente siamo pronti per il meglio che arriva. Chiamo questo percorso di Riforma Intima. E non si tratta soltanto di una frase finita li, è la vita di coloro che hanno compreso di non essere una macchina guidata da qualcun’altro, ma pilota che guida, con una precisa importanza e ruolo nel mondo, nessuno più grande e più piccolo. solo vita che si incrociano per dare forma alla vita stessa, ma che senza quel briciolo di identità vera, mais questo lo saprà.

Questo settembre come altra qualsiasi data catastrofica non cambierà mai nulla in nessuno che non sia allineato al pensiero della coerenza, dove cuore, mente e anima desiderano la stessa cosa, con la stessa intensità, volontà e predisposizione.  è ora dunque di alzarsi dal letto e tenere ben chiaro i sogni, o seppellirli completamente, o tenerli sogni soltanto o farli diventare realtà. E se non hai un sogno, torni quando eri bambino/a, uno di quei desideri sono ancora vivi dentro di te, trovali e fai di esso un’obbiettivo, crei una meta ed il combustibile sarà la fede ritrovata in te.  Da sdraiati contempliamo il cielo, in piedi possiamo correre e se afferriamo i sogni, allora si possiamo volare!

 

Livia De Freitas

 

Annunci

Vita contro l’Entropia


Ho voluto scrivere questo post motivata dal recente “caos” successo a Parigi. Perché capisco che ad ogni tentativo nuovo di mantenere il mondo nel caos, sia esso manipolato, studiato a tavolino o meno, la nostra attenzione va disciplinatamente guidata verso un’altra direzione, opposta a qualsiasi emozione scatenante di nuovi dilemmi interiori, e non finisca oltre ogni margine della sana razionalità, e peggio ancora, lontano dalla voglia di ritrovare un senso in spostare tali frequenze negative , caos e entropia, verso la  vita, la pace. La scelta c’è…E’ ancora possibile.

entropy static_167p8lx5mum88gco84k848c0s_640_v2

C’è una sottile forza che inverte l’irreversibile porta ordine nel caos, salva l’insalvabile, supera ostacoli impossibili.

La vita! Ogni organismo è un pezzo di una scala nella struttura contra il caos, un meraviglioso auto-assemblato ordine di fronte all’entropia e alla distruzione.

Il computo biologico è cosi perfetto; esso prevale contro gli stessi limiti di efficienza matematica. la genialità è la nostra eredità. Il libero arbitrio è la nostra virtù. Gli ostacoli insormontabili sono il giocattoli della nostra anima. L’essenza della vita si percepisce come amore. Assomiglia come la bellezza e risuona come la verità. La vita scorre attraverso te con miracolosa attività. durante il BIG BANG tre forze fondamentali hanno fatto a pezzi la singolarità. Il caldo plasma avvolse il nostro intero universo. L’entropia governò questo Universo dai suoi primi albori come Belzebù, il signore dell’Inferno. Allora la gravità prese piede, un guerriere in prima linea, una guardia del corpo del magnifico e delicato Angelo della Vita. la gravità è molto più debole delle altre forze primarie. Gli scienziati dicono che proviene da un’altra dimensione e si propaga nella nostra. Come Davide verso Glia dalle forze entropiche, la gravità ha dato forma al nostro sistema stellare e ai  pianeti. L’acqua raccolta dalla gravità guadagna uniche proprietà quantiche a temperature ambiente. aprendo un passaggio per permettere al libero arbitrio di entrare in questo mondo deterministico alternativo. Attraverso questo passaggio aperto un’intelligenza transdimensionale imprime un’indescrivibile ordine e bellezza al nostro mondo. L’indicibile design  dei fiocchi di neve e delle nuvole; la doppia elica del DNA, le fibre nei muscoli, le venature nel legno, l’incredibile maestosità della natura. Tutte discendono da una dimensione più alta, come il regno delle idee di Platone.

entropy 50-4dcf-aaae-759465847078

Come la gravità, la vita è in questo mondo ma non di questo mondo. L’essenza della vita splende nel nostro universo, dal suo paradisiaco regno, trasformando il mondo a sua immagine. Ma le oscure forze dell’entropia hanno le probabilità a loro favore. Come il detto dice: ‘I banco vince sempre’. I VIRUS: agente dell’entropia, infettano e corrompono i corpi, le menti, e persino le società, trasformando ciò che era bellissimo, creativo e vivo, in zombi senza vita, piegati all’avidità e alla distruzione. I VIRUS interrompono la volontà dei loro portatori, corrompendo la vera essenza della vita. Nulla può fermare l’entropia ad eccezione della volontà di prosperare del tuo spirito di vita!..quando le probabilità sono impostate contro di te, quando le cose sembrano più nere; quando la corruzione sembra distruggere ogni cosa a cui tieni, l’Angelo della Vita si sporge e ti sussurra… C’è solo una cosa che puoi fare: VINCI!

E ALLORA…CHE COSA STIAMO ASPETTANDO??!

Quando allinei la tua volontà con la volontà della Vita, si risveglia in te un potere cosi inarrestabile!… Cosi inattaccabile, che tutte le forze dell’Universo si inchinano per onorarlo. Le probabilità impossibili non sono contemplate dalle intenzioni dalla Vita. L’angelo della Vita che dimora alla fine del Tempo, ti chiama e leggeri brividi segnalano che la sua presenza è vicina. tu sei chiamato per rendere questo universo un riflesso  vivente della natura paradisiaca della vita. Chiunque dona se stesso interamente al servizio della Vita, vince questo mondo. Tutto il tuo essere diventa vivo! TU DIVENTI UNA FORZA DELLA NATURA! sorge in te una crescente determinazione a lasciare CHE LUCE SIA!!

Fonte: wearefromthefuture.com

Life vs entropy