Informazioni Basiche del corso con la T.R.Q – Tavola Radionica Quantica


laboratorio psionico geral

Annunci

Entanglement


Risultati immagini per entanglement quantistico

ENTANGLEMENT

Non volendo essere un pappagallo, ma siccome non sono un fisico e solo prendo spunti e lego molto su questo argomento, ho pensato bene di inserire il pensiero del portavoce di Massimo Teodorani (astrofisico italiano), il quale contra-batte un’articolo, anche se l’autore di quello articolo  con le intenzioni più serie ci ricordasse a tutti di trattare questa tematica di maniera meno superficiale, che è ciò che sta succedendo, purtroppo. Ma in tale articolo, mancavano pezzi importanti per chiudere il cerchio. Ora ne segue:

Il ragionamento immediatamente successivo alla scoperta dell’entanglement è che ci sia una stessa funzione d’onda che regola lo stato degli elettroni. Dove stia “scritta” questa funzione d’onda non si sa. Di sicuro “fuori” dallo spazio e dal tempo visto che l’informazione sul loro stato (o cambio di stato) raggiunge i due elettroni CONTEMPORANEAMENTE ovunque essi siano.
In sostanza, se io cambio lo spin di un elettrone (succede semplicemente osservandolo) e l’altro è all’altro capo dell’universo, esso cambierà stato IMMEDIATAMENTE, all UNISONO.
Fatta questa premessa passo a spiegare un paio di cose, che NON ho appreso da FB…
Esistono delle strutture nel cervello umano dette “microtubuli” contenenti proteine chiamate tubuline.
Dentro a queste, gli elettroni si dispongono in modo da risultare in entanglement (o anche in “risonanza”). La TEORIA è che

1- ogni collasso della funzione d’onda di questi elettroni corrisponda ad un momento di “coscienza”
2- come conseguenza del punto 1, si ipotizza che il cervello non “crei dal nulla” i momenti di coscienza ma agisca come “antenna” sincronizzandosi a funzioni d’onda al di fuori di sè.
3- come conseguenza del punto 2 si può ipotizzare che uno stesso “principio/momento di coscienza/collasso della funzione d’onda) si manifesti (per risonanza) in 2 cervelli distinti nello stesso momento.

Ci tengo a precisare che queste sono conclusioni (tuttora oggetto di approfondimento) di Wolfagang Pauli (premio Nobel per la fisica nel 1945 e padre della meccanica quantistica), coadiuvato nella teoria da Carl Gustav Jung (psichiatra/psicoanalista/antropologo). Allo studio e alla comprensione di questa hanno dato il loro contributo anche David Bohm (fisico e filosofo statatunitense), e in italia, l’astrofisico Massimo Teodorani, di cui umilmente mi faccio “portavoce”,
nonchè molti altri scienziati SERI, ma non dogmatici.
Grazie per l’attenzione

A. Angiolini

Esiste una relazione tra FISICA QUANTICA E ERMETISMO?


Risultati immagini per fisica quantica

Il presente testo riflette in gran lunga nostro pensiero sulla realtà fisica quantica nel nostro quotidiano ed il perché di valutare al meglio le capacità umane di allineare emozioni ai pensieri e questi all’intento e ai desideri. Penso che qualcosa lungo ai tempi ci sia sfuggito di mano e ora possiamo cercare di recuperare un po quelle che sono le nostre vere risorse interiori. E perché non provare?

L’Ermetismo è la scienza dell’unità. In un certo senso è la scienza olistica per eccellenza. Postula l’uomo composto di mente, anima e corpo, indissolubilmente legati da una medesima origine e da un’unica destinazione.

Che cos’è l’Ermetismo

Risultati immagini per ermete trismegistoL’Ermetismo è più che altro una scienza sintetica, nel senso che tende a creare l’unità dove questa non c’è, ossia nella maggior parte degli esseri umani.

L’olismo ermetico traspare negli insegnamenti di tutti i grandi Maestri: da Pitagora a Paracelso, da Cagliostro a Giuliano Kremmerz, che fu certamente un iniziato e un grande divulgatore.

Il principio del così in alto così in basso, contenuto nella “Tavola di Smeraldo” di Ermete Trismegisto, è il fondamento teoretico dell’Ermetismo. Esso postula l’unità di tutte le cose nel Pensiero Divino, che dà impulso alla Materia determinando la creazione della nostra realtà.

I simboli dell’Ermetismo

Un cerchio, con un punto a centro, è il simbolo ermetico dell’unità del Tutto nell’Uno (Dio). L’Ouroboros, un serpente che si mangia la coda, rappresenta la ciclicità dell’universo formale e la Legge di Rivoluzione delle Forze, che il pensiero orientale rappresenta nelle Maree Tattwiche.

La Materia, maturata dal Pensiero Divino, si organizza attraverso i quattro Principi Elementari (Terra, Acqua, Aria e Fuoco), costruendo la nostra realtà e tutto ciò che non vediamo perché si sottrae alla percezione sensoria.

Ermetismo e fisica quantistica

Oggigiorno la Fisica Quantistica, rivoluzionaria e caotica evoluzione del pensiero newtoniano, sancisce la natura olografica dell’Universo. Un ologramma è la rappresentazione del Tutto in ogni unità vivente.
In ogni uomo (Microcosmo) è racchiusa la rappresentazione simbolica delle leggi che governano la Creazione (Macrocosmo), dal minerale alle immense nebulose dello spazio. Analogamente in ogni cellula del corpo sono rintracciabili le linee guida che crearono le Stelle e i Pianeti e, sulla nostra Terra, la complessa architettura del Mondo minerale, vegetale e animale.
Com’è in alto, così è in basso. Ermete aveva ragione.

La Magia Ermetica sostiene di poter guarire le persone afflitte da malattie organiche e mentali: o direttamente, utilizzando le leggi empiriche del magnetismo; o tramite l’uso di Genialità Terapeutiche, Forme psichiche intelligenti create dall’iniziato perché possano servire ai suoi scopi.

La Medicina Psichica è una realtà. Poter agire sulla materia corporea con la forza del pensiero! La psiche dell’ammalato, turbata dallo squilibrio, può influire sulle cellule del suo corpo, determinando la malattia; o al contrario promuovere un processo di auto-guarigione, ristabilendo l’ordine e la gerarchia nel complesso regno delle cellule e dei sistemi organici.

Einstein, con la sua teoria della relatività, stabilì per primo l’identità di materia ed energia. Oggi la Fisica Quantistica insegna che materia ed energia sono a loro volta espressione di unità energetiche elementari, che sono i fotoni: atomi di luce solare e mattoncini elementari della realtà.

Fonte:  Scienza e Conoscenza

‘Tavola RADIONICA ‘– Cosa significa e, in poche parole, la sua storia.


Resultado de imagem para mesasradionicas

Tavole ‘Radioniche’ di Regia Prado

Inizialmente, vogliamo dire che il termine” Tavola Radionica, riceve questo nome per una questione di marketing, perché la radionica è più nota, ma il concetto si basa più che altro sulla Psionica, termine ancora nuovo per la maggior parte delle persone. 

La tecnica Tavola Radionica ebbe inizio circa 40 anni fa, ma come ve la presentiamo, data circa di 30 anni fa. Il tutto accade durante una conferenza sulla Radionica, con l’ esperto in materia Juan Ribaut, conosciuto in tutto il Sudamerica. Lui ha disposto sulla superficie del tavolo mentre spiegava ai partecipanti, dei grafici e simboli per dare forma e chiarezza ai partecipanti. Li c’era presente suo allievo e amico Manoel de Matos, che in seguito all’evento, crea un nuovo metodo di lavorare i simboli e grafici della radionica/radiestesia, uniti all’ idea di una capacità psionica sviluppata, che più che meno  esiste in ognuno di noi, non necessitando più di macchinari o di parecchi grafici ma uniti in uno stesso piano articolati mentalmente e direzionati in onde-pensiero d’accordo con il bisogno della frequenza del richiedente, e dunque si avvince che è un veicolo di emissione di frequenza. In questo modo ha preso forma e forza, e con il passare del tempo è diventata ciò che è oggi. Regia Prado inizia suo percorso 25 anni dopo, come allieva di José Marcial Dantas Figueredo, ex prete e porfessionista della Radionica, che adoperò inizialmente il lavoro di Manoel de Matos, esso a sua volta allievo di Juan Ribaut, e che  crea la sua tavola su una visione molto cattolica inizialmente, forse perché era al ponto di diventare prete e appunto per questo aspetto, oggi è la Tavola più simpatica ai portoghesi, qui  parlo della prima, la Tavola Rosa. Regia Prado va avanti con le sue idee e adatta il suo pensiero a quella che sarebbe la Tavola del suo insegnante, il Professore Marcial Dantas , dopo aver fatto una specializzazione in Fisica Quantistica, relativo al corso Universitario di  Terapie Olistiche. Dopo aver analizzato accuratamente la finalizzazione delle ricerche di Regia, il prof.re Marcial le diede il permesso di farla sua e adattarla come meglio credeva, visto la sua già approvata capacità soprattutto in campo psionico nonché olistico.

Io mi presento: Sono Livia, lavoro nel settore Olistico da molti anni, e seguo Regia Prado da oramai 8 anni. Ho iniziato mio percorso in questo campo con la Radiestesia nel 2006. In questi anni, il lavoro della Tavola Radionica, è diventato oramai una passione tra i brasiliani, e non solo, visto i successi nelle conferenze online con allievi sparsi in vari paesi. Ebbene si, stiamo crescendo in co-creazione.  Regia Prado ha creato  un totale di 5 Tavole  , disegnate e sentite per più situazioni) inspirata ai bisogno e suggerimenti dei suoi allievi. 

Oggi, Portogallo conta con 200 operatori ed il Brasile, non ho il numero esatto, ma posso garantire, oltrepassarono i  migliaia; ma pochi i facilitatori, perché Regia Prado intende che, l’insegnamento della Tavola nel suo Metodo molto peculiare anche se pratico e intuitivo, esige grande affidabilità, sensibilità, maturità e tanta riforma intima da parte di chi la insegna, una volta che abbiamo a che fare con il manipolare l’ energie sottili, per cui, ci vuole si  buona coscienza ma soprattutto RESPONSABILITÀ e CONSAPEVOLEZZA.

Il Metodo, inizialmente può apparire strano , ma é destinato alle persone che desiderano mettere in pratica le teorie  della Legge dell’attrazione in connubio con i concetti della Meccanica Quantistica, ed ecco appunto, che serviva il veicolo, LA NAVE psionica, termine simpatico che adopero usualmente.  Ma non solo! Con essa, diamo potenza alle nostre capacità più inconsce, guidate in maniera cauta e accurata, nel modo di usare al meglio e con disciplina, l’intento, associato  alla propria credenza e suo legame con il CREATO, cosi ci responsabilizziamo in CO-CREARE finché, arriverà quel momento in cui saremo capaci di emanare, trarre e trasmutare la realtà che vogliamo con la sola volontà ed in maniera, perché non, olografica, col pensiero. È una scuola, un principio di partenza per un divenire soddisfacente anche IN e PER il collettivo.

Essa attua tramite i simboli ricercati e testati da anni, non solo della radionica classica, ma anche associati ai concetti della Meccaninca Quantistica. Chiamatela anche Magia Moderna, una volta che, la parola magia nulla più é che” arte, scienza o pratica in cui si basa la credenza di influenzare eventi.” Mia mamma lo faceva spesso quando voleva farci obbedire: Uno sguardo, una parola, l’intenzione, ed era fatta! Anche se lontani da casa è come se sentisse il suo richiamo! Le mamme, come sanno usare la psionica senza saperlo!

Oggi, è un mio pensiero, siamo ad un punto di svolta in tutti i sensi, con l’arrivo delle tecnologie olistische/terapeutiche. E per questo motivo siamo qui, ora, a proporvi qualcosa di nuovo: La NAVE spaziale dell’intento. Sono 5 tavole:

  • La Quantica I livello (Rosa) adatta anche ai più piccoli e neofita; la quantica II (Azzurra) per gli operatori più esperti;
  • La Tavola per ambienti, adatta per quegli che amano il Feng Sui e vogliano operare soltanto in questo campo;
  • La Rete Cristallina, che serve a togliere i blocchi akashici e riequilibrio del DNA, memorie cellulari, poi infine;
  • MPU –  (mesa psionica universale, che sta a Tavola psionica universale), dove siamo noi Co-Creatori. Essa viene suddivisa 4 scale di Fibonacci e 8 ottave, due tavole in un unico corso. Pilotare questi veicoli vi aiuterà a concepire la propria elasticità mentale e guidarvi verso lo spettacolare mondo delle realizzazioni, collassando  nuove realtà.

Esiste un dono in ognuno di noi, che quasi mai viene trattato come fatto oggettivo: L’Intuito. E qui, se vogliamo, si apre un ventaglio di infinite possibilità, e tutte esistenti dentro di ognuno di noi. Usiamolo? Siamo sulla soglia del Nuovo, appoggiati dalla scienza Quantistica (base e contenuto di questo lavoro), che ci aiuta a precludere l’effetto PAURA del nuovo, e ci stimola ad investire sulle nostre risorse personale o scoprirle…. Oggi, siamo ben accostati a teorie ed esperimenti che ci aiutano a concepire la Tavola Psionica anche come possibilità oggettiva di trattamento e miglioria della qualità di vita.

 Livia de Freitas

PREGHIERA QUANTICA E LA PLACENTA DIVINA/UNIVERSALE – 1 PARTE


coracoralineoração

Da bambina mi ricordo che ogni cosa chiedevo a Dio, si realizzava. Da bambina pregavo tre volte a giorno, senza che fosse qualcuno ad impormi. Da bambina non ero ambiziosa, sapevo soltanto che potevo ottenere da un grande Padre qualsiasi cosa, soltanto per il fatto di sapere di meritare e di volere, ma lo cercavo, lo cercavo non con il desiderio egoistico di avere, ma con il desiderio di contatto con Colui in cui credevo intensamente, come se chiedere fosse soltanto la modalità di avere una risposta concreta comunque…In verità, quella PRESENZA avvertivo ovunque dentro e intorno a me. Allora avevo sogni lucidi, vedevo piccoli angeli, sentivo musica astrale, coro angelici (perché non venivano da questo mondo, qualcosa di cosi magnificente) Ero una bambina molto tranquilla, senza mania di grandezza e nemmeno voglia di apparire. Vivendo in Brasile, paese assai ostile verso le donne per quanto riguarda i pericoli del sotto-mondo, generato dall’ ignoranza e dal disguido politico-sociale, mi vedevo spesso ‘salvata’ da situazioni a dire quanto pericolose, ma anche da ragazza, ora che mi ricordo bene. Dunque, perché dico queste cose? Perché crescendo ebbi altre belle esperienze, ma poi, da un certo momento della mia vita, tutto quel luciccare spirituale, un po’ si è svanito, e fu quando il vortice della vita con le sue sfumature tutte disegnate sotto il nome di ‘esperienze’, mi hanno frantumata in piccole parti e fu molto difficile riunire queste parti di me in qualcosa che potesse darmi un vero senso tra quello che stavo vivendo e quella che ero fino ad una certa età, da ragazza già grande. E mi domandai: “Che fine ho fatto?!”.  Domanda che mi sono fatta parecchio negli anni, e mentre cercavo di essere come un tempo, stanca dai vari tentativi, decisi di smettere di tentare e mettere attenzione al presente e capire meglio ciò che stavo vivendo, ascoltarmi di più e osservare meglio me nelle mie reazioni. Col tempo, mi si è ‘spalancato’ un mondo di informazioni.

Tutto ciò che stavo vivendo era frutto del mio coinvolgimento con le memorie cellulare che portavo dentro di me, riguardanti la mia famiglia, le persone che ebbero in qualche modo un rapporto importante nella mia vita, anche se negativo (o soprattutto). Ma, queste memorie portavano con se anche traumi, vittimismo, sconfitte e tanta PAURA.  Ebbene, siccome la mente pensa e sua emozione è la paura, l’onda conduttrice non può che essere la paura stessa e tutto ciò che porta con se…e quindi ‘replicavo‘ sempre situazioni simili, in ambienti ostili, persone ostili, ed erano storie che ricordavano le esperienze dei miei, anche di quando erano piccoli; cose raccontate, che non credevo neanche mai di poter ricordare. E COSA QUESTO HA A CHE FARE COL TEMA ‘PREGHIERA QUANTICA?’ Ora cercherò d’essere più chiara.

Quando siamo stanchi di farci ‘malmenare’ dalla vita, i ricordi positivi delle vittorie avute o anche da modelli si riafiorano e nel mio caso è successo e sta succedendo cosi. Tutti sappiamo più o meno ‘pregare’ qualcosa a qualcuno, nel senso di chiedere. Possiamo pregare bene quanto vogliamo, se dall’ altra parte, l’interlocutore ha una certa sensibilità e maturità, la nostra richiesta può avere ritorno positivo. Poi, entra in gioco la coerenza tra ciò che chiediamo e ciò che diamo e siamo o la forza con cui desideriamo qualcosa. Insomma, anche un ladro desidera fortemente rubare cose di spiccato valore, e se dall’ altra parte trova il ‘cliente malcapitato’ che ha paura d’essere rubato, ecco che la legge d’attrazione funziona. Ma non é di questa legge che parlo. Esiste una legge superiore alla legge d’attrazione, parlo della legge della PLACENTA DIVINA.

Esiste nell’universo la legge maggiore, che è la Legge della Vita in totale simbiosi alla LEGGE MATRICE DELL’AMORE, che insieme formano una sostanza, da alcune considerata Sostanza Fondamentale, io la chiamo Placenta….perché secondo la mia visione, siamo figli di un’energia dalla quale mai veniamo fuori, semplicemente ci disperdiamo nell’attenzione di esistere in essa…Tale Placente è li, qua, dentro , fuori, ovunque intorno a noi, e siamo noi a decidere se alimentarci o meno da Lei. Una volta, in meditazione, ho avuto una visione, come se io fosse immersa in questo mare che anziché acqua, fosse un Gel verde chiaro molto limpido…Ero li, mentre ho visto passare di fronte a me, due uomini vestiti da astronauta, divisa che li dava la spinta giusta per poter salire..un po’ si sono fermati e mi hanno chiesto come facessi a stare li cosi senza nulla, e mi hanno detto che stavano facendo delle ricerche in quelle acque sconosciute, ed io rispose che ero soltanto li, senza un ma e ne perché, se ne sono andati con un ‘beata’.  Una volta finita la meditazione, mi sono chiesta se in quel gruppo quel giorno, qualcuno avesse messo della droga nella mia acqua…Ma dentro di me, sapevo che anche quella esperienza aveva un senso a cui avrei dato prima o poi la risposta appunto sensata.

Oggi è arrivato quel giorno, in cui la risposta mi è apparsa più tangibile. Quando ero bambina, ero consapevole di far parte di qualcosa di inimmaginabile e la chiamavo Dio, Madre, Amore, Gesù, Spirito Santo…E oggi capisco la parola Spirito Santo: Colui che è Santo, Puro, in ogni cosa, ovunque. Molto vicino a ciò che considero PLACENTA DIVINA=ALIMENTO=NUTRIMENTO= VITA  PURA, dove tutto si manifesta nella sua purezza e pienezza.

Quando ero in quelle acque gelificate, in visione dico, in verità non avevo fame o sete, ero nutrita e sostenuta, l’aria partiva di dentro di me e mi bastava per poter  respirare fluidamente, mi sentivo al completo, senza bisogni umani o sovraumani….Ero e c’ero! Punto.  Il messaggio molto chiaro d’essere dentro una trama invisibile perfetta, senza le necessità di questa realtà dimensionale, pesante e carica di esigenze! Ricordare tutto ciò, da quando ero bambina a questa esperienza e altre che ho avuto, è stato fondamentale, come fondamentali le situazioni che mi hanno portato ad entrare in crisi esistenziali talvolta, dinanzi alle difficoltà che mi si presentavano, perché, non fossero queste, non avrei capito l’immenso valore del mio vissuto ed il perché d’essere e perché essere, una vera propedeutica per il mio legato esistenziale. Come l’alchimista, dover partire a terre lontane per scoprire che il proprio tesoro era nell’origine della sua partenza. Nulla però si getta, ne il tesoro, nel il percorso sia di andata o di ritorno, poiché simboleggia il ciclo della vita e della maturità. La maturità che non preclude il ritorno alla purezza e alla voglia di chiedere, di pregare al TUTTO CHE C’È, NO COME FUORI DI NOI, MA COME UN DIALOGO PIENO SENZA DISTANZE E BARRIERE MENTALI E MENCHEMENO FISICHE. Il mistero è nel capire che siamo UNO e dentro UNO e questo UNO è colmo e completo…GENEROSAMENTE COME LA PLACENTA DI UNA MADRE…Questa ONDA che ci porta ad ottenere ciò che si chiede, ONDA CHIAMATA DIO, TUTTO, COSCIENZA UNIVERSALE….Per me, PLACENTA DIVINA, non come divino perché sta in alto, ma perché eccezionale, fuori dal comune , sovra-supremo e onnisciente….e mi mancano le parole più giuste, perché penso non esistano, veramente. Possiamo chiamare come vogliamo e saremo ancora molto lontani da capire cosi grande generosità!

Imparare a pregare COME SI PREGA ALLA MAMMA E AL PADRE, AMOROSI E GENEROSI; CI DIRANO SEMPRE ‘SI’! Preghi bene col pensiero coerente con le parole e sentimenti ed emozioni, otterrai! contrariamente, se preghiamo di maniera  incoerente, ciò,   sentimenti, parole e emozioni che non si combaciano, anche se per chiedere usiamo le parole giuste, non otterremo nulla, o appena vicino a ciò che vogliamo,  perché come tutto ciò che rege l’universo, esiste la Legge dell’ORDINE, ANCHE IL CAOS PER ESSERE CAOS, in ‘esso  ESISTE  un’ORDINE intrinseco, la coerenza.

cont….

Guarire con l’InFormazione


La Legge di Attrazione: “Attiviamo onde energetiche tramite le quali otteniamo di ritorno ciò che immettiamo nell’Universo.”

cerebro-240x192

Ora, cominciamo con la prima parte di un tema magnifico! Come possiamo interferire nei nostri geni e cambiare man mano la nostra realtà a partire di noi stessi, facendo conto sull’osservazione. Oggi siamo nell’epoca della Fisica Quantistica, dove la medicina dell’informazione è al ‘top’, in contrapposizione alla medicina convenzionale che parte dal presupposto che l’intero universo è costituito da materia e di conseguenza le malattie dell’essere umano possono essere trattate con cose materiali come la chimica. Ma la fisica quantistica già degli anni 30 sa che l’universo non è costituito da materia, bensì da energia. È ben vero che abbiamo 60 miliardi di geni che costituiscono la nostra storia fisica, che comunicano tra di loro, contengo memorie e che sono attivi soltanto il 20% e gli altri 80% reagiscono di maniera del tutto autosufficiente (subconscio), al bisogno della salvaguardia del corpo, ma anche  a comandi, inoltre, scambiano informazioni con il mondo esterno. Cosi, con l’arrivo dell’epigenetica i geni non sono più al comando di ogni cosa, ma contengono ‘cose’ che cambiano punti di vista e dipendono dal conduttore, ossia, io, te…

Bruce Lipton, dici ancora – e lo dimostra – che i nostri geni non sono altro che cianografie, un’istruzione attraverso cui l’organismo può costruire una proteina, ma attraverso il nostro pensiero e le influenze dell’ambiente, si possono creare fino a 30.000 proteine diverse, quindi non siamo vittime dei geni, al contrario, piuttosto possiamo influire sulla nostra salute con le giuste informazioni, cosi come dai pensieri e credenze positive. In questo modo, possiamo tra l’altro, modificare la forma di una proteina!

Ma, badate a quello che dite, poiché il subconscio comprende letteralmente tutta l’informazione. Importante capire che se le parole hanno doppio senso, anche il cervello inferiore lavora su entrambi i sensi. Dire per esempio, ‘Mi si spacca il cuore’, può arrecare qualche probabile conseguenza. Altre frasi: ‘Mi fa venire la nausea’; ‘fa male a vedere’. Tutto ciò rispecchia il vostro atteggiamento verso qualcosa, e quindi è necessario cambiarlo, per far luogo a parole nuove e positive.

I meccanismi principali della comparsa delle malattie sono: nelle motivazioni nascoste (subconscio con l’aiuto della malattia effettua qualche intenzione positiva); nei pensieri distruttivi scatenano le malattie, che sono il riflesso dei nostri pensieri e comportamento; in una brutta esperienza del passato, uno stress emozionale;con l’effetto di suggestione, creazione della malattia tramite suggestione e utilizzando frasi con doppio senso. Morale, la gente da sola può creare le sue malattie, ma la buona notizia è che la può anche guarire.

E le persone che nascono malate? Come l’hanno creata? Ottima domanda, cui la risposta è nelle memorie e nell’ambiente dove uno cresce. Poi, volendo allungare il discorso, potremo analizzare altri fattori, ma qui non è la sede giusta per farlo e ne il momento. Certo che tempo fa, conobbi una signora che, tranquillamente affermò: “Io e mio marito siamo scuri di capelli e occhi, ma incinta del mio secondo figlio (non sapeva ancora se era femmina o maschio), guardando il mare blu mi auguravo la femmina con gli occhi azzurri”. Cosi nacque la bella bimba di occhi azzurri, l’unica in tutta la famiglia, e per non creare disaggi, tanto di DNA per confermare la paternità. Poi, un bambino che all’età di soli cinque anni presentava tutte le caratteristiche richieste dal nonno per un suo probabile erede, ma il nonno muori, appena nato suo nipote. Potrei andare ancora avanti con tanti altri esempi positivi e non.

Infine, per chiarire da dove provengono i motivi delle malattie, si fa importante chiarire che essi vi trovano dentro, e non fuori di noi, e sono: La mancata comprensione della destinazione, del senso della propria vita; della mancata o mancato rispetto delle regole dell’Universo; presenza nel subconscio e nella coscienza di pensieri, sentimenti, emozioni distruttivi; E ancora, la malattia è il segnale della trasgressione dell’equilibrio e dell’armonia con l’Universo. Secondo un omeopata russo, la malattia va trattata proprio per questo con rispetto, va accettata e ringraziata per esserci, perché essendo il riflesso dei nostri pensieri, comportamenti ed intenzioni, risulta la difesa del nostro subconscio ai nostri pensieri e comportamenti distruttivi.

cooltext1673938144

Fonte: Bruce Lipton, V. Silelnicov

Vibrazione


 “Se vuoi scoprire i segreti dell’Universo, pensa in termini di energia, frequenza e vibrazione.”    Nikola Tesla

 vibranload (1)-259x194

 Vibrazioni, energia…Oggi mai come prima se ne parla. Siamo tutti come dei bambini alla scoperta della prima caramella, o come alla prima volta nella giostra! La vedo proprio in questa maniera. Stiamo prendendo coscienza che, anche se vivere sembrerebbe cosa banale e scontata, esiste intorno a noi un universo di immensa ‘magia’, dove però, magia questa, parte da noi, dal nostro corpo, dalla natura visibile ed invisibili agli occhi umani. L’elettromagnetismo che ci si presenta in svariate situazioni, ciò che si scatena con le emozioni ed il corpo…

Gli detti ‘curanderos’, capi tribù, antichi saggi e misteriosi uomini e donne portatori di doni avevano ‘doni’ naturali, ma perché  erano a contatto stretto con la vera realtà. Riuscivano a trovare il silenzio necessario e l’introspezione giusta per incontrare i tasselli che ci collegano all’invisibile…Ahimè, oggi sappiamo che, a differenza di quei tempi, di loro, lo possiamo fare anche noi, molto timidamente, dirigendo le nostre capacità attraverso constanti esercizi, ma soprattutto capendo che, se le possibilità di oggi non sono come quelle di un tempo, un motivo c’è; e sappiamo ancor prima che esistono regole, leggi che devono essere rispettate  per arrivare alla vera comprensione di cosa si tratta ristabilire la connessione con la propria identità di ‘uomini e donne di luce’. Luce, in quanto energia, materia indissolubile.

Allora, guarivano con le erbe, con l’acqua, col sole (esposizione al sole), con le mani, con il canto, la preghiera. Forse anche perché un tempo c’era l’ingenuità, meno informazioni o quantomeno, non c’erano le paure collettive come ad oggi, le manipolazioni, che ci impediscono di andare oltre le nostre limitazioni…E possiamo andare oltre…Ce la facciamo ancora. questione è che, per tornare come eravamo un tempo, ci tocca usare metodi. La musica con le frequenze in hertz, tecniche vibratorie, meditazioni, metodi psionici. Ci curiamo con le stesse arme con cui ci tengono schiavizzati.

Ma, cos’è la VIBRAZIONE?

Per vibrazione si intende: OSCILLAZIONE – Alternanza di Positivo e Negativo intorno ad un punto 0. Sul principio della vibrazione si basa la fisica quantistica che definisce la struttura della materia come attività vibrazionale data da campi energetici positivi e negativi. Avete mai sentito una musica e ad un tratto vi siete presi da uno stato di allegria, o il contrario? Anche se, invisibile ed impalpabile, ci tocca nel impercepibile.

Quindi, l’ energia invisibile ed intelligente viene usata da millenni per diagnosi e guarigione sia in agopuntura che in altre arti di guarigione antiche e tradizionali. La medicina convenzionale occidentale, è l’unico grande sistema salutistico che non riconosce alcuna forma di energia biologica.

La fisica quantistica negli ultimi 100 anni, ha fornito una comprensione scientifica dell’elettromagnetismo che è alla base della medicina energetica.

Ogni cellula, organo, meridiano ed emozione hanno una caratteristica “firma” elettromagnetica. La malattia può cominciare come un disturbo energetico. Il sistema di energia sottile del corpo è un primo sistema di allerta. Squilibri presenti nelle energie sottili del corpo possono indicare anticipatamente un successivo disturbo fisico.

Vi è mai successo di lamentarvi di sintomi per i quali nessun test dava esisti anormali? Nel momento in cui gli esami del sangue e i raggi X rivelano anomalie, il processo della malattia può  essere piuttosto avanzato. Spesso, la guarigione può essere attribuita solo all’armonizzazione delle energie sottili.

Tutti gli aspetti della nostra vita (salute fisica e malattia, emozioni, pensieri) operano secondo leggi di fisica quantistica.

Le cellule, come tutto l’universo, vibrano e, facendo ascoltare le giuste frequenze alle cellule staminali, queste ultime possono essere istruite per divenire cellule specifiche dei nostri organi. La vibrazione è dunque nel tutto e le vibrazioni possono modificare la materia. Il nostro corpo, che già vibra di suo, è investito da vibrazioni esterne e, se queste non sono in risonanza con le nostre vibrazioni si viene a creare uno sconquasso distruttivo.

Nell’atomo di idrogeno la differenza di fase tra il protone e l’elettrone è di 1 diviso 0,125 che dà come risultato 8. La sua frequenza vibrazionale è quindi 8 hertz. Non è un caso: il corpo umano è costituito quasi al 90 per cento di idrogeno. 8 hz è anche la frequenza subsonica emessa dai delfini e dalle balene. 8 hz è in grado di generare la stimolazione Alfa-Theta del cervello con la quale i nostri due bio-emisferi sono in equilibrio. E’ dimostrato che i tessuti viventi emettono ed assorbono radiazioni a frequenze precise. La frequenza in cui si registra il massimo assorbimento da parte del DNA corrisponde ad una lunghezza d’onda di 65 nanometri che è il valore preciso della 42esima ottava sopra la frequenza di 256,54 Hz. Quindi gli armonici degli 8hz sono frequenza di replicazione del DNA. Le leggi di Keplero hanno dimostrato che l’arrangiamento planetario del nostro sistema solare segue una scala di sintonia di Do 256 hertz.

Il principio armonico della vita è la rotazione: gli esseri umani ruotano come gli elettroni e come ogni essere vivente.

Fonti: rivista di scienza, web e

cooltext1673942664_thumb.png

L’ANIMA VIVE ALL’INTERNO DELLE CELLULE


MEMORIE CELLULARIimageedit_19_5936280518

(1)La Fisica dei Quanti o, Meccanica Quantistica, ha rivoluzionato la visione scientifica della realtà ed offre una solida base di conoscenza per ampliare i propri orizzonti mentali. Due scienziati di fama mondiale, esperti in fisica quantistica, dicono che si può dimostrare l’esistenza dell’anima, basandosi sulla fisica quantistica.

Lo studioso americano Stuart Hameroff e il fisico inglese Roger Penrose hanno sviluppato una teoria quantistica della coscienza, affermando che le anime sono contenute all’interno di strutture chiamate microtubuli che vivono all’interno delle cellule cerebrali (neuroni).

L’anima sarebbe composta da prodotti chimici quantistici, che nel momento della morte fuggono dal sistema nervoso per entrare l’universo.   La loro idea nasce dal concetto del cervello visto come un computer biologico. La coscienza sarebbe una sorta di programma per contenuti quantistici nel cervello, che persiste nel mondo dopo la morte di una persona. Le anime degli esseri umani sarebbero perciò molto più che la semplice interazione dei neuroni nel cervello: sarebbero della stessa sostanza dell’universo ed esisterebbero sin dall’inizio dei tempi.

I due studiosi sostengono che la nostra esperienza di coscienza è il risultato degli effetti di gravità quantistica all’interno dei microtubuli.  In una esperienza di pre-morte i microtubuli perdono il loro stato quantico, ma le informazioni contenute in essi non vengono distrutte. In parole povere, l’anima non muore ma torna l’universo. Con la morte, “il cuore smette di battere, il sangue non scorre, i microtubuli perdono il loro stato quantico”, ha detto il dottor Hameroff.

L’informazione quantistica all’interno dei microtubuli non è distrutta, non può essere distrutta, si distribuisce soltanto e si dissipa nell’universo in generale, ha aggiunto.

Se colui che ha avuto un’esperienza di pre-morte risuscita, rivive, questa informazione quantistica può tornare nei microtubuli. In caso di morte è possibile che questa informazione quantistica possa esistere al di fuori del corpo a tempo indeterminato, come anima. Il dottor Hameroff dice che gli effetti quantistici, che svolgono un ruolo in molti processi biologici come l’odore, la navigazione degli uccelli o il processo di fotosintesi, stanno cominciando a convalidare la sua teoria.

Come vedete, la nostra visione su come il pensiero, emozione e esperienze abbiano decisione su tutta la realtà che ci circonda, non è fondata su pensieri vani e pura “fantasticheria”, come direbbero alcuni. Quando ne parliamo de costruire la nostra realtà, eliminare vincoli karmici, pulire le nostre memorie cellulari ecc ed ecc, stiamo soltanto ripercorrendo il filo logico delle mille possibilità quantistiche, e si che siamo soltanto all’inizio! Nel prossimo post,   citeremo altro argomento, che da seguito a questo, e che ci risulta molto chiaro per capire come ciò possa essere possibile. Noi studiamo e raccogliamo ciò che c’è di meglio per raggruppare  la nostra biblioteca.

Fonte: (segnidalcielo)