Teoria Ondulatoria del Genoma


 

Peter (Piotr) GariaevfotoPeter Gariaev, Ph.D., Acad. Russo Acad. Sci naturale., Acad. Russo Acad medico / tecnico Sci.

La storia della genetica delle onde ha sviluppato per oltre 80 anni. Nel ’20 e ’30 degli scienziati russi del secolo scorso, AG Gurwitsch e AA Lubishev postulato che non solo apparato genetico degli organismi viventi sulla Terra operano a livello materiale, fisico, ma anche ad una certa onde / campi di livello ed è in grado di trasferire i dati genetici / informazioni via onde elettromagnetiche (EM) e acustiche. La scienza ha recentemente assunto un grande balzo nei suoi avanzamenti della teoria e gli esperimenti riproducibili e quindi la teoria dell’onda genoma è stata avanzata.

Uno dei primi tentativi di razionalizzare ed esporre la teoria ondulatoria genoma in Russia era stato fatto da PP Gariaev e AA Berezin dal dipartimento di materie teoriche della Accademia Russa delle Scienze, e anche con la partecipazione di AA Vaciliev, un altro membro dell’Istituto di Fisica della Accademia Russa delle Scienze. Come un fondamento teorico, principi di coerenza radiazioni fisica, olografia e solitoni, della teoria del vuoto fisico, rappresentazione frattale del DNA e l’espressione verbale / linguaggio umano sono stati impiegati per descrivere e motivare i risultati empirici ottenuti con molti esperimenti condotti. La quintessenza della teoria ondulatoria genoma può essere rappresentato come segue: . genoma dei più alti organismi è considerato un bio-informatico che costituisce il quadro griglia spazio-temporale di un bio-sistemiIn tale bio-sistema, come i portatori di una epi- campo gene-matrix – vengono utilizzati fronti d’onda, che viene assegnato dal gene-ologrammi e cosiddetti solitoni sul DNA – tipo distinto di campi acustici ed elettromagnetici, prodotte da apparati biogenetica dell’organismo / bio-sistema in considerazione e di essere un medium dei dati normativi strategici / scambio di informazioni tra cellule, tessuti e organi del bio-sistema. Inoltre è fondamentale notare che i olografici griglie / quadri, che sono anche gli elementi delle strutture fluttuanti di solitoni, sono, infatti, più semplice discreta casi di informazioni sul codice-origine, ancorata nel cromosoma continuum di un organismo.Allo stato attuale il punto di vista dominante nei confronti della genetica e della biologia molecolare è che: 1. le funzioni dell’apparato genetico come una struttura puramente materiale 2. tutte le funzioni di controllo genetico di un organismo occupano circa il 2% di DNA di un bio-sistema e svolgono funzioni designate come la replicazione di RNA e proteine, così chiamato DNA codificante di un organismo. L’altro 98% è considerato “DNA spazzatura” non svolgere alcuna funzione genetiche, che possono rappresentare un cimitero di DNA del virus. I biologi e genetisti usano il linguaggio delle analogie e metafore per spiegare come funziona apparato genetico.L’apparato genetico costituito da 46 cromosomi è visto come una libreria composta da 46 volumi o libri. Ogni libro (un cromosoma), contiene un testo (istruzioni su come costruire un organismo) che consiste di frasi (DNA) che consiste in parole (geni). E ogni parola (un gene) è composta da 4 lettere (certe “lettere chimiche”), vale a dire il “alfabeto genetico” si compone di soli 4 “lettere”.

Le realizzazioni materiali delle molecole di DNA sono famose doppie eliche, costituito da segmenti che sono geni. In sostanza, apparato genetico è il seguente: I testi, scritti nel “linguaggio del DNA”, sono tradotti prima dall’organismo in “linguaggio RNA” e poi in “linguaggio Proteina”. E le proteine ​​sono le cose che siamo, per lo più fatti di (senza contare l’acqua). Le proteine ​​svolgono due funzioni principali nell’organismo: metabolizzano sostanze che mangiamo e partecipare alla morfogenesi, vale a dire lo sviluppo dell’organizzazione spazio-temporale di un organismo. Va sottolineato che l’obiettivo primario della teoria del genoma onda è su il restante 98% suddetto di cromosomi di essere la chiave struttura “intellettuale” di tutte le cellule di un organismo compreso il cervello. Si tratta di quei cromosomi che operano sull’onda, sulla (fine-campo) di livello “ideale”. E ‘il componente ideale, che può essere chiamato super-gene continuum, è una figura vitale / formazione strategica che assicura lo sviluppo e la vita di gli esseri umani, animali, piante e anche loro morte naturale programmabile. Insieme a questo, è importante concepire che non c’è distinzione netta e insormontabile tra geni e super-geni. Entrambi questi livelli di codifica costituiscono matrici materiali (fisiche), tuttavia i geni forniscono replicazioni materiali nella forma di RNA e proteine, mentre i super-geni trasformano campi endo ed esogeni, formando strutture da loro onda super-gene-segnale. Inoltre, i geni possono essere componenti di griglie / olografici quadri di super-geni e supervisionare la loro attività sul campo Particolare attenzione nella teoria ondulatoria genoma dovrebbe essere dedicata alla corroborare dell’unità di frattali (replicarsi al variare scale) strutture di sequenza del DNA e di un discorso umano.

Nel 1990 Jeffrey Delrow scoperto quattro “lettere” dell’alfabeto genetico (adenina, guanina, citosina e timina) nel DNA “testi” formano strutture frattali. Più tardi, una scoperta di strutture frattali simili in un discorso umano, non limitato a multy- lettera alfabeti di testi e tra cui una sequenza di parole da tali testi in russo e inglese è venuto come una sorpresa promettente sia per la genetica e linguisti. Tuttavia ciò è in accordo con una filiale in semiotica denominata “Linguistica Genetica”, che studia incomprensibile e inspiegabile precisa applicazione delle leggi della genetica formale alla formazione di parole-ibridi interlinguistici e intro-linguale. Un gruppo di scienziati guidato da PP Gariaev e MU Maslov, ha sviluppato una teoria della cosiddetta rappresentazione frattale della natura (umana) e le lingue genetiche. Entro i confini di questa teoria si dice che il quasi-linguaggio del DNA possiede potenzialmente inesauribile “offerta di parole” e, inoltre, quella che era stata una frase sulle scale del DNA “testi” “frasi” o una “condanna” diventa / si trasforma in una parola o una lettera d’altra scala. Apparato genetico può essere visto come la triunità della sua organizzazione struttura-funzionale che consiste di strutture olografiche, solitoni e frattali. Questa teoria permette un confronto quantitativo raffinata struttura simbolica di eventuali testi, tra cui genetica. In tal modo una possibilità è stata spalancata per avvicinarsi una decifrazione di un lessico di di un proprio gene-codice, e la composizione di conseguenza, più accurata di algoritmi di affrontare un genoma di un essere umano con un obiettivo di potenzialmente qualsiasi tipo di programmazione della propria attività vitale tale come trattamento, aumentando la propria speranza di vita e così via e così via. prove empiriche della teoria genetica delle onde, alla luce delle caratteristiche “discorso” del DNA dimostrano strategicamente corretta posizione e la direzione della ricerca. risultati sperimentali fenomenali possono essere presentate qui brevemente. Per la prima volta nella storia della scienza siamo riusciti con successo ad ottenere evidenze sperimentali di abilità dei dati / informazioni genetiche di funzionare su più semplicemente un livello materiale, ad esempio, in / campo d’onda forma (elettromagnetica) Nel corso dei decenni, avendo condotto estese ricerche teoriche, siamo riusciti con successo a formulare biologia teorica e fisica-matematica descrizione, spiegazione e la fondatezza dei principi fondamentali di funzionamento dell’apparato genetico a livello onda / campo. Questi principi ci ha permesso di progettare e creare un quantum bio-computer di essenziale elemento di cui è un fascio laser appositamente regolato con determinate caratteristiche di lunghezza d’onda e frequenza.

Il bio-computer quantistico può eseguire: I. La scansione e lettura dell’equivalente onda / campo dei dati genetici-metabolica dalla cellule (staminali), tessuti, organi di bio-sistema di un donatore impiegando fotone del raggio laser; II. La conversione dei fotoni ottenuti in larga banda di lunghezza d’onda conservando i dati acquisiti e leggere; III. Introduzione precisa e punte di tali acquisito e convertito principali / onde radio i dati dominanti nell’organismo-ricevente, che si trova ad una certa distanza dal bio-sistema del donatore (da pochi centimetri a 20 km); IV. Il controllo strategico / gestione del metabolismo e morfogenesi postembrionale dell’organismo destinatario secondo due vettori / modalità: a. “Fate come / quello che faccio” – che è principio olografico, e b. Onda trasmissione / campo di un segnale che contiene i comandi che attivano programmi richiesti nelle cellule staminali, per esempio, ratti; programmi che diretto / guidare lo sviluppo di cellule staminali sul loro modo di, come nei nostri esperimenti, costruendo ghiandola del pancreas nei ratti.Questi vettori / modalità sono destinati ad essere utilizzati sugli esseri umani. Attualmente siamo in grado di programmare / gestire / codificare le cellule staminali di vari tipi per mezzo di un bio-computer quantistico. Il bio-computer quantistico avvia i comandi onda / sul campo, dato a cellule e tessuti del donatore / ricevente, e di conseguenza le cellule staminali esposte alle onde / campo verrà richiesto di cytodifferentiation guidato che conduce alla nascita e allo sviluppo di Planned / proiettate nuovi organi e tessuti. Questo ci porterà più vicino al fatto di sostanziale aumento della speranza di vita. successi significativi nell’applicazione WaveGenetics sono state fatte finora nella rigenerazione del pancreas in ratti precedentemente distrutti dalla sostanza chimica chiamata alloxan Tre serie di esperimenti con protocollo identico sono state condotte dai gruppi di P. Gariaev nel 2000 a Mosca, Russia, nel 2001 a Toronto, in Canada, e nel 2005 a Nizhni Novgorod, Russia. Questi sono esperimenti più avanzati basati sui principi e la tecnologia di WaveGenetics. Lo scopo degli esperimenti è stato quello di testare una nuova tecnologia per la rigenerazione del pancreas danneggiate. Pancreas è una ghiandola endocrina che ha diverse funzioni vitali, il principale uno è la produzione di insulina, un ormone responsabile del metabolismo dello zucchero. Un gruppo di controllo di ratti è stato iniettato una dose letale di un veleno chiamato allossana che distrugge pancreas. Come risultato, tutti i topi del gruppo di controllo sono morti di diabete in 3-4 giorni. Poi la stessa dose letale di allossana stato iniettato in un altro gruppo di ratti. E quando i topi hanno raggiunto la condizione critica, sono stati esposti a immagini di luce / onde provenienti da un bio-computer quantistico. Quei luce images / onde sono stati creati in precedenza quando il bio-computer di leggere le informazioni dal pancreas rimossi chirurgicamente da ratti neonati sani della stessa specie di quelli utilizzati negli esperimenti allossana.

Si possono spiegare i risultati dell’esperimento con la seguente analogia. La ghiandola pancreas contiene DNA-movies con le informazioni su stato di salute del pancreas nel suo apparato genetico. E queste informazioni morfogenica il video programmate le cellule staminali di topi malati di rigenerare la loro ghiandola pancreas. Statistiche combinate per tutti e 3 serie di esperimenti è la seguente. Complessivamente, circa il 90% di tutti i ratti avevano la loro ghiandola pancreas restaurato e recuperato la loro salute. In alcuni degli esperimenti del quantum bio-computer è stato modificato per consentire la trasmissione efficace delle informazioni guarigione ai ratti malati alla distanza di 20 chilometri. Si noti, che non campi fisici noti hanno la capacità di trasmettere tali segnali estremamente settimana con risultati incredibilmente potenti. Inoltre, la ricerca e l’applicazione WaveGenetics ha importanti prospettive di risolvere i problemi per quanto riguarda i processi di invecchiamento negli esseri umani e l’aumento della speranza di vita. Questa visione si basa su esperimenti che hanno condotto con ratti. Si tratta di opportunità delle tecnologie di WaveGenetics non sono limitati a ciò che è stato descritto sopra. . Lo sviluppo e l’applicazione della tecnologia è di vasta portata e sia basata su dati sperimentali ottenuti in numerosi test, esperimenti, osservazioni , inoltre, dovrebbe essere menzionato, tale tecnologia – un bio-computer quantistico, è in grado di: • la cura delle malattie oncologiche in base fondamentalmente distinti – senza l’uso di sostanze chimiche, • eliminando virus e batteri patogeni e parassiti parassiti agricoli -. anche senza l’uso di sostanze chimiche può sembrare come una tecnologia di un’altra epoca, da lontano futuro. Tuttavia, una scoperta di proprietà fondamentali degli organismi viventi si sta verificando oggi ed è nostro compito di ricercare e spiegare i fenomeni e portarla al servizio dell’umanità.

 

Peter Gariaev, Ph.D., direttore di Wave Genetics Institute,Russia, Mosca .

Annunci

Nuove Scoperte sul DNA–Genetica Ondulatoria


1 Parte

Benvenuti anche a questo articolo. Ora, raccolgo materiale fondamentale per completare il quadro che ci interessa più da vicino: BENESSERE! E finalmente possiamo contare con l’appoggio ed una ‘certa’ apertura degli scienziati, in particolar modo, nell’articolo che ne segue, quelli russi. Essi, da sempre interessati alle capacità umane e i misteri che ci circondano.

Peter (Piotr) GariaevfotoPeter (Piotr) Gariaev, Ph.D., è famoso per la sua scoperta dell'”effetto fantasma del’DNA”, ed è uno dei fondatori della Genetica Odulatoria.

Gariaev lavora con un team di genetisti e linguisti a Mosca e in Canada. Il “punto di vista dominante” rispetto alla genetica e alla biologia molecolare dice: l’apparato genetico funziona puramente come una struttura materiale; tutte le funzioni di controllo genetico di un organismo occupano il 2% circa del DNA, il restante 98% è considerato “junk DNA” che non esegue funzioni genetiche. La quintessenza della teoria del genoma ondulatorio, invece, può
essere rappresentata così: l’apparato genetico è considerato un bio-computer quantistico che utilizza le strutture verbali della struttura del DNA, del RNA e delle proteine per la gestione dell’organismo; questo bio-computer genera onde acustiche ed elettromagnetiche (suono e luce) per trasportare l’informazione 4D usata dai biosistemi; IL DNA è un’istruzione-testo che gestisce l’organismo; Il ruolo del DNA-spazzatura è, in realtà, strategico, perché codifica la struttura e le funzioni degli organismi viventi secondo i tre fondamentali principi: linguistico, olografico e non locale. In altre parole, la genetica ondulatoria stabilisce *la primarietà dell’attività energetico-informazionale, opposta alla biochimica.* Questo principio, quando sarà accettato dalla linea ufficiale (per il momento Gariev ha non pochi contestatori anche in patria), trasformerà radicalmente la scienza genetica.

IL “CODICE DI DIO”

Nota: Sembra quasi incredibile leggere in certe riviste di scienza questi titoli. Che qualcosa stia cambiando veramente nella mente di questi scienziati, non vi è dubbio! Che ora si divertono a cercare L’ASSOLUTO?

Gli accademici P.P. Gariaev e V.I.Voronov hanno fatto un esperimento lavorando con il testo della preghiera “Padre nostro” scritta con l’aiuto di proto alfabeto slavo. Il testo della preghiera, scannerizzato con un laser biologico, è stato trasformato in immagini e suoni. Possiamo vedere che cosa è venuto fuori: l’antica preghiera è diventata un quadro multicolore fantascientifico, accompagnato da una bellissima melodia.

LE SCOPERTE DEGLI SCIENZIATI RUSSI

I maestri spirituali hanno sempre saputo che il nostro corpo può essere programmato con la parola e con il pensiero. Ora questo è provato dalla scienza, se accettiamo l’ipotesi che il genoma umano funziona come una versione biologica di Internet, essendo molto più potente dell’internet che conosciamo. I recenti esperimenti degli scienziati russi spiegano i fenomeni come la chiaroveggenza, l’intuizione, la guarigione a distanza, l’autoguarigione, l’efficacia degli affermazioni, l’influenza della mente sui pattern meteorologici e molto altro.
Inoltre, si sta sviluppando la nuova medicina che riprogramma la molecola del DNA con aiuto della parola e delle frequenze, senza l’estrazione/cambio dei singoli geni.

dna1339853399_human-dna-276x300IL DNA – SPAZZATURA RICORDA IL LINGUAGGIO UMANO

Solo il 10% del nostro DNA è utilizzato per costruire proteine, ed è proprio questa parte del DNA che è stata studiata e catalogata dagli scienziati occidentali. Il restante 90% della molecola è considerata “scarto” o “spazzatura”. Essendo convinti cha la Natura non poteva essere così sciocca, gli scienziati russi hanno messo insieme genetisti e
linguisti per studiare il DNA-spazzatura. E i loro risultati sono rivoluzionari: non è solo responsabile della costruzione del nostro corpo, ma è anche un mezzo di immagazzinamento di dati ed informazioni. Il DNA spazzatura, gli alcalini del nostro DNA, seguono la normale grammatica e le regole del linguaggio umano. Premesso che la struttura base del DNA e il linguaggio sono simili, non è necessaria alcuna decodifica del DNA, basta parlargli! Questo spiega
scientificamente perché affermazioni, ipnosi e simili possono avere effetto tanto potente sugli esseri umani (la sostanza viva del DNA nel tessuto vivo reagisce ai raggi laser modulati dal linguaggio ma anche dalle onde radio).
L’EFFETTO FANTASMA

E’ stato scoperto che il DNA funziona come una spugna che assorbe la luce: una molecola del DNA messa in un contenitore di quarzo aveva assorbito tutti i fotoni di luce conservandoli poi sotto forma di una spirale. Non siamo abituati a pensare alla luce come a qualcosa che può essere conservato; la luce vola nello spazio a velocità credibile. Anche le piante non sono capaci di conservare la luce durante la fotosintesi, trasformandola subito in clorofilla. Che cosa conserva la luce nel DNA? Come essa si conserva? Perché?

Quando Gariaev aveva tolto il DNA dal contenitore non pensava che potesse >accadere qualcosa, ma era accaduto questo: laddove fino a poco tempo fa c’era la molecola del DNA, la luce continuava a esistere sotto forma di una spirale. Come si spiega il fenomeno? L’unica spiegazione razionale e scientifica era questa: esiste un campo di energia che si unisce al “fantasma”, al “doppio” energetico del DNA. Questo “fantasma” mantiene e conserva la luce. Stando a questa scoperta, tutto il nostro corpo deve avere il suo doppio energetico, e quindi, esiste un campo informazionale che detta alle nostre cellule il lavoro da fare. Anche dopo essere coperto dall’azoto liquido il fantasma non muore: prima sparisce ma ritorna già tra 5-8 minuti. Per quanto tempo continua a vivere il fantasma? Per circa 30 giorni. Si pensa che noi abbiamo un doppio energetico che interagisce con un campo energetico sconosciuto alla scienza tradizionale; si potrebbe chiamarlo il campo della Fonte. Se in questo momento voi siete seduti sulla sedia leggendo queste righe, ma poi vi alzate e se ne andate, il vostro doppio energetico continua a comporre piccole spirali di luce laddove eravate seduti, dentro trilioni di molecole del DNA per almeno 30 giorni.
Gariaev è riuscito a misurare il nostro doppio: assomiglia a un perfetto ologramma del nostro corpo.

IL DNA CONSERVA, TRASFORMA E EMANA UNA LUCE ARMONICA

Il ricercatore Fritz Albert Popp (fisico teorico dell’università di Marburg, Germania) non aveva scoperto il fantasma del DNA ma il suo lavoro è strettamente collegato con le ricerche di Gariaev. Trattando il benzopirene – una sostanza altamente cancerogena – con una luce ultravioletta, aveva scoperto che questa assorbiva la luce per poi emanarla
ma con un’altra lunghezza d’onda, assolutamente innocua per un organismo vivente. Aveva scoperto anche che altre 37 sostanze chimiche, tra cui alcune cancerogene, trasformavano così la luce ultravioletta. Tutte queste sostanze prendevano la luce avente la lunghezza d’onda pari a 380 nanometri e la trasformavano. Evidentemente, la luce con questa lunghezza d’onda è molto importante per la nostra salute. In seguito Popp aveva stabilito che se una cellula, morta al 99%, riceveva un impulso con questa lunghezza d’onda, era capace di risorgere in brevissimo tempo. Dunque, si pensa che quando l’energia della Fonte entra nella nostra realtà misurabile lascia la sua firma elettromagnetica con la lunghezza d’onda di 380 nm. Popp aveva supposto che uno degli aspetti – chiave del funzionamento del DNA è la capacità di conservare e di emanare luce, la tesi confermata più tardi da Gariaev.
Popp aveva anche scoperto che tutto ciò che vive emana fotoni di luce armonica simile ad una luce laser.

lyacafreHR1

Fonte: La Natura Ti Cura, http://eng.wavegenetic.ru/