PREGHIERA QUANTICA E LA PLACENTA DIVINA/UNIVERSALE – 1 PARTE


coracoralineoração

Da bambina mi ricordo che ogni cosa chiedevo a Dio, si realizzava. Da bambina pregavo tre volte a giorno, senza che fosse qualcuno ad impormi. Da bambina non ero ambiziosa, sapevo soltanto che potevo ottenere da un grande Padre qualsiasi cosa, soltanto per il fatto di sapere di meritare e di volere, ma lo cercavo, lo cercavo non con il desiderio egoistico di avere, ma con il desiderio di contatto con Colui in cui credevo intensamente, come se chiedere fosse soltanto la modalità di avere una risposta concreta comunque…In verità, quella PRESENZA avvertivo ovunque dentro e intorno a me. Allora avevo sogni lucidi, vedevo piccoli angeli, sentivo musica astrale, coro angelici (perché non venivano da questo mondo, qualcosa di cosi magnificente) Ero una bambina molto tranquilla, senza mania di grandezza e nemmeno voglia di apparire. Vivendo in Brasile, paese assai ostile verso le donne per quanto riguarda i pericoli del sotto-mondo, generato dall’ ignoranza e dal disguido politico-sociale, mi vedevo spesso ‘salvata’ da situazioni a dire quanto pericolose, ma anche da ragazza, ora che mi ricordo bene. Dunque, perché dico queste cose? Perché crescendo ebbi altre belle esperienze, ma poi, da un certo momento della mia vita, tutto quel luciccare spirituale, un po’ si è svanito, e fu quando il vortice della vita con le sue sfumature tutte disegnate sotto il nome di ‘esperienze’, mi hanno frantumata in piccole parti e fu molto difficile riunire queste parti di me in qualcosa che potesse darmi un vero senso tra quello che stavo vivendo e quella che ero fino ad una certa età, da ragazza già grande. E mi domandai: “Che fine ho fatto?!”.  Domanda che mi sono fatta parecchio negli anni, e mentre cercavo di essere come un tempo, stanca dai vari tentativi, decisi di smettere di tentare e mettere attenzione al presente e capire meglio ciò che stavo vivendo, ascoltarmi di più e osservare meglio me nelle mie reazioni. Col tempo, mi si è ‘spalancato’ un mondo di informazioni.

Tutto ciò che stavo vivendo era frutto del mio coinvolgimento con le memorie cellulare che portavo dentro di me, riguardanti la mia famiglia, le persone che ebbero in qualche modo un rapporto importante nella mia vita, anche se negativo (o soprattutto). Ma, queste memorie portavano con se anche traumi, vittimismo, sconfitte e tanta PAURA.  Ebbene, siccome la mente pensa e sua emozione è la paura, l’onda conduttrice non può che essere la paura stessa e tutto ciò che porta con se…e quindi ‘replicavo‘ sempre situazioni simili, in ambienti ostili, persone ostili, ed erano storie che ricordavano le esperienze dei miei, anche di quando erano piccoli; cose raccontate, che non credevo neanche mai di poter ricordare. E COSA QUESTO HA A CHE FARE COL TEMA ‘PREGHIERA QUANTICA?’ Ora cercherò d’essere più chiara.

Quando siamo stanchi di farci ‘malmenare’ dalla vita, i ricordi positivi delle vittorie avute o anche da modelli si riafiorano e nel mio caso è successo e sta succedendo cosi. Tutti sappiamo più o meno ‘pregare’ qualcosa a qualcuno, nel senso di chiedere. Possiamo pregare bene quanto vogliamo, se dall’ altra parte, l’interlocutore ha una certa sensibilità e maturità, la nostra richiesta può avere ritorno positivo. Poi, entra in gioco la coerenza tra ciò che chiediamo e ciò che diamo e siamo o la forza con cui desideriamo qualcosa. Insomma, anche un ladro desidera fortemente rubare cose di spiccato valore, e se dall’ altra parte trova il ‘cliente malcapitato’ che ha paura d’essere rubato, ecco che la legge d’attrazione funziona. Ma non é di questa legge che parlo. Esiste una legge superiore alla legge d’attrazione, parlo della legge della PLACENTA DIVINA.

Esiste nell’universo la legge maggiore, che è la Legge della Vita in totale simbiosi alla LEGGE MATRICE DELL’AMORE, che insieme formano una sostanza, da alcune considerata Sostanza Fondamentale, io la chiamo Placenta….perché secondo la mia visione, siamo figli di un’energia dalla quale mai veniamo fuori, semplicemente ci disperdiamo nell’attenzione di esistere in essa…Tale Placente è li, qua, dentro , fuori, ovunque intorno a noi, e siamo noi a decidere se alimentarci o meno da Lei. Una volta, in meditazione, ho avuto una visione, come se io fosse immersa in questo mare che anziché acqua, fosse un Gel verde chiaro molto limpido…Ero li, mentre ho visto passare di fronte a me, due uomini vestiti da astronauta, divisa che li dava la spinta giusta per poter salire..un po’ si sono fermati e mi hanno chiesto come facessi a stare li cosi senza nulla, e mi hanno detto che stavano facendo delle ricerche in quelle acque sconosciute, ed io rispose che ero soltanto li, senza un ma e ne perché, se ne sono andati con un ‘beata’.  Una volta finita la meditazione, mi sono chiesta se in quel gruppo quel giorno, qualcuno avesse messo della droga nella mia acqua…Ma dentro di me, sapevo che anche quella esperienza aveva un senso a cui avrei dato prima o poi la risposta appunto sensata.

Oggi è arrivato quel giorno, in cui la risposta mi è apparsa più tangibile. Quando ero bambina, ero consapevole di far parte di qualcosa di inimmaginabile e la chiamavo Dio, Madre, Amore, Gesù, Spirito Santo…E oggi capisco la parola Spirito Santo: Colui che è Santo, Puro, in ogni cosa, ovunque. Molto vicino a ciò che considero PLACENTA DIVINA=ALIMENTO=NUTRIMENTO= VITA  PURA, dove tutto si manifesta nella sua purezza e pienezza.

Quando ero in quelle acque gelificate, in visione dico, in verità non avevo fame o sete, ero nutrita e sostenuta, l’aria partiva di dentro di me e mi bastava per poter  respirare fluidamente, mi sentivo al completo, senza bisogni umani o sovraumani….Ero e c’ero! Punto.  Il messaggio molto chiaro d’essere dentro una trama invisibile perfetta, senza le necessità di questa realtà dimensionale, pesante e carica di esigenze! Ricordare tutto ciò, da quando ero bambina a questa esperienza e altre che ho avuto, è stato fondamentale, come fondamentali le situazioni che mi hanno portato ad entrare in crisi esistenziali talvolta, dinanzi alle difficoltà che mi si presentavano, perché, non fossero queste, non avrei capito l’immenso valore del mio vissuto ed il perché d’essere e perché essere, una vera propedeutica per il mio legato esistenziale. Come l’alchimista, dover partire a terre lontane per scoprire che il proprio tesoro era nell’origine della sua partenza. Nulla però si getta, ne il tesoro, nel il percorso sia di andata o di ritorno, poiché simboleggia il ciclo della vita e della maturità. La maturità che non preclude il ritorno alla purezza e alla voglia di chiedere, di pregare al TUTTO CHE C’È, NO COME FUORI DI NOI, MA COME UN DIALOGO PIENO SENZA DISTANZE E BARRIERE MENTALI E MENCHEMENO FISICHE. Il mistero è nel capire che siamo UNO e dentro UNO e questo UNO è colmo e completo…GENEROSAMENTE COME LA PLACENTA DI UNA MADRE…Questa ONDA che ci porta ad ottenere ciò che si chiede, ONDA CHIAMATA DIO, TUTTO, COSCIENZA UNIVERSALE….Per me, PLACENTA DIVINA, non come divino perché sta in alto, ma perché eccezionale, fuori dal comune , sovra-supremo e onnisciente….e mi mancano le parole più giuste, perché penso non esistano, veramente. Possiamo chiamare come vogliamo e saremo ancora molto lontani da capire cosi grande generosità!

Imparare a pregare COME SI PREGA ALLA MAMMA E AL PADRE, AMOROSI E GENEROSI; CI DIRANO SEMPRE ‘SI’! Preghi bene col pensiero coerente con le parole e sentimenti ed emozioni, otterrai! contrariamente, se preghiamo di maniera  incoerente, ciò,   sentimenti, parole e emozioni che non si combaciano, anche se per chiedere usiamo le parole giuste, non otterremo nulla, o appena vicino a ciò che vogliamo,  perché come tutto ciò che rege l’universo, esiste la Legge dell’ORDINE, ANCHE IL CAOS PER ESSERE CAOS, in ‘esso  ESISTE  un’ORDINE intrinseco, la coerenza.

cont….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...